Come potare le viole COMMENTA  

Come potare le viole COMMENTA  

Le viole sono un fiore robusto e facile da coltivare perchè cresce dappertutto, climi freddi e caldi. L’ampia varietà di colori ne fanno una pianta ideale per giardini e vasi. Non richiedono grande cura ma devono essere potate ogni due mesi circa. Quest’attenzione non solo le manterrà belle e colorate ma le rafforzerà anche. Ecco alcuni consigli di potatura.

 

 

 

 

Istruzioni per la potatura

1

Fate questa operazione nel pomeriggio, quando i raggi più caldi del sole sono già passati.

2

Cercate se ci sono fiori indeboliti o appassiti. Raggiungete con le forbici delicatamente lo stelo del fiore, dove si attacca al fusto, e tagliatelo. Se non avete a portata di mano le forbici usate le unghie.

3

Separate delicatamente i fiori e guardate sul fondo. Se vedete aree dove la crescita è densa ma non produce fiori, usate le forbici per tagliare gli steli dalla pianta fino alla base. In questo modo si permetterà alle vitamine e alle sostanze nutritive di alimentare altri steli e fiori, dando fiori più forti e sani.

4

Con i guanti  rimuovete da per terra tutte le foglie, i fiori e gli steli caduti alla base della pianta. Questi detriti possono intrappolare l’umidità che causa marciume radicale e forniscono anche un rifugio per insetti che possono danneggiare la pianta. Gettate i detriti nel mucchio per la pacciamatura o nella spazzatura.

L'articolo prosegue subito dopo

5

Potate le viole almeno ogni sei settimane. Questo vi aiuterà a scoprire eventuali problemi di crescita o malattie.

Leggi anche

screenshot
Guide

Come fare uno screenshot al PC

Volete realizzare un'istantanea del vostro desktop o di una pagina web? Ecco tutti gli strumenti per fare uno screenshot. Sapete cosa vuol dire il termine screenshot? Chiunque abbia un minimo di dimestichezza con i computer Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*