COME PREPARARE POPCORN DOLCI E…SPEZIATI! COMMENTA  

COME PREPARARE POPCORN DOLCI E…SPEZIATI! COMMENTA  

Burro e sale sono gli ingredienti più comuni utilizzati per preparare i popcorn, ma come ci mostrano alcuni negozi gastronomici che li vendono, ci sono anche altri condimenti e combinazioni molto gustose che possiamo anche ricreare a casa nostra, volendo. Ci sono due modi principali per insaporire popcorn: renderli più dolci cospargendoli con un po’ di semplice sciroppo o lanciarli al naturale e aggiungerci delle spezie e dei condimenti extra per renderli ancora più salati. Potete prepararli in entrambe le versioni e metterli poi in dei barattoli, così che possiate portarli con voi durante le vostre gite, o sgranocchiarli durante un film e in qualsiasi altro momento.


COME PREPARARE I POPCORN DOLCI
In una terrina scaldate lo zucchero, il burro e un po’ di sciroppo di mais light a fuoco medio fino a quando non arriva a bollore, lasciate bollire la miscela per due minuti. Successivamente togliete lo sciroppo dal fuoco e mantecatelo con del bicarbonato di sodio e dell’estratto di vaniglia. Infine versate lo sciroppo sopra i popcorn, che avevate precedentemente sistemato in una grande ciotola, e mescolate il tutto. Stendete poi i popcorn su un piatto o un vassoio ricoperto da carta da forno e lasciateli riposare così che si induriscano. Dopodiché rompeteli in quadratini di popcorn, metteteli in due o tre contenitori ermetici o di plastica e lasciateli li, al fresco e all’asciutto, per due o tre settimane.


COME PREPARARE GUSTOSI POPCORN SALATI
Fate saltare in padella i popcorn, poi disponeteli in un unico strato su una teglia ricoperta da carta da forno. Spruzzateci sopra, in modo uniforme, un leggero strato di spray da cucina all’aroma di burro, poi cospargeteli di formaggio grattugiato o in polvere in modo da renderli ancora più gustosi.

Successivamente mescolate, rigirate il popcorn, e ripetere la stessa procedura se desiderate un rivestimento più speziato. Infine conservate il prodotto in un contenitore ermetico a temperatura ambiente per un massimo di due settimane.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*