Come preparare un aperitivo ecologico COMMENTA  

Come preparare un aperitivo ecologico COMMENTA  

Anche il momento dell’happy hour può trasformarsi in una occasione per portare l’ecologia in tavola e prestare attenzione all’ambiente. Secondo una recente ricerca, quasi un italiano su quattro afferma di amare l’aperitivo preparato in casa, un po’ per risparmiare, un po’ per godersi al meglio una parentesi di relax e socializzazione.

Leggi anche: IO ERO CON LORO QUANDO LORO ERANO CON ME, Aperitivo letterario con gli autori italiani fino al 23 maggio


Di rigore gli ingredienti vegetali: hanno un impatto ambientale di gran lunga inferiore a quelli di origine animale. Vanno usati con moderazione anche latte, formaggi e uova. Se proprio non si può fare a meno di proporli, vanno preparati scegliendo cotture non troppo aggressive, per valorizzarle al massimo, quindi al vapore o a basse temperature. Molto di ciò che si scarta della frutta e della verdura è, in realtà, commestibile e ricco di nutrienti.

Leggi anche: Bologna è on the road in via del Pratello


Si possono utilizzare per preparare nuove ricette, anche in porzioni mignon. Per esempio, i gambi del cavolfiore, spellati e tagliati sottili, conditi con scaglie di grana e un filo di olio, possono trasformarsi in uno sfizioso carpaccio. L’infiorescenza del cavolfiore sbriciolata può essere la base di un insolito couscous tutto di ortaggi. Le parti verdi dei porri possono essere usate per i soffritti o, a listarelle, per creare dei “nidi” a monoporzione.


La buccia della zucca, bollita, può essere usata nelle zuppe. Chi non disdegna un bicchiere di vino può optare per il biologico. Tra l’altro, i vini bio per legge devono contenere bassi livelli di bisolfito, una sostanza allergizzante che può provocare mal di testa. Anche la birra, specie quella artigianale, è disponibile in versione biologica. Inoltre, si possono sostituire i drink alcolici con centrifugati di stagione, creando cocktail personalizzati.

L'articolo prosegue subito dopo


A proposito, la polpa che resta dopo il passaggio in centrifuga può essere riutilizzata: con la verdura si possono farcire le torte salate, da servire a fette o in monoporzioni; con la frutta si preparano mousse e altri dessert. Con gli avanzi di riso, ad esempio, si possono preparare deliziose crocchette oppure gallette da utilizzare come tartine.

 

Leggi anche

sopracciglia-dritte
Guide

Come fare le sopracciglia dritte

A seconda della forma del viso si possono modellare le sopracciglia: ecco a chi va vanno bene le sopracciglia dritte di linea orizzontale. Avere sopracciglia ben curate rende lo sguardo più intenso e seducente: quindi non bisogna mai trascurare questa parte del viso. A seconda della forma del volto si possono scegliere varie tipologie di sopracciglia: ecco come ottenere le sopracciglia dritte come Natalie Portman o Jessica Alba. Le sopracciglia dritte hanno un arco appena accennato oppure non lo hanno affatto. Se sono folte necessitano di cura quotidiana e tendono a svilupparsi vicino agli occhi. Optando per questa forma di Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*