Come prepararsi ai test di Veterinaria

Guide

Come prepararsi ai test di Veterinaria

Cambia quest’anno anche la struttura della prova: 60 quesiti, con cinque opzioni di risposta ciascuno, a cui rispondere su un modulo prestampato in 100 minuti, con metà delle domande riservate alle materie di indirizzo e l’altra metà di cultura generale e ragionamento logico. Quelle che testano l’attitudine al ragionamento diventano però prevalenti rispetto a quelle nozionistiche: 25 contro 5 (per un totale di 30). Saranno assegnati 1,5 punti per ogni risposta corretta, 0 in caso di mancata risposta, -0,4 punti per ogni risposta errata. In pratica, piuttosto che inserire una crocetta a caso con un elevato rischio di errore, conviene non rispondere.

Il punteggio
Il test permetterà di conseguire al massimo 90 punti. Altri 10 saranno assegnati in funzione del voto di maturità. Proprio sul criterio di assegnazione di questo bonus il Dm 449 ha introdotto novità rilevanti: lo spostamento dei test a settembre permetterà di considerare l’effettivo voto conseguito quest’anno, che sarà rapportato alla distribuzione dei voti di tutti gli studenti delle classi che hanno sostenuto l’esame con la medesima commissione.

Potrà ottenere punti solo chi avrà un voto di maturità di almeno 80/100, ma non basta, perché il voto dovrà anche collocarsi dall’ottantesimo percentile in su: significa che acquisirà punti solo chi avrà un voto superiore a quello dell’80% dei suoi compagni esaminati quest’anno dalla medesima commissione.

Per esempio, se l’80% dei maturandi consegue un voto che al massimo arriva a 85/100, otterrà punti solo chi ha preso da 85 in su.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...