Come prevenire le malattie del viaggiatore

Guide

Come prevenire le malattie del viaggiatore

Per evitare che le vacanze in Paesi lontani e selvaggi possano diventare esperienze poco piacevoli da dimenticare, occorre premunirsi, prima di partire, contro le cosiddette “malattie del viaggiatore”. Si tratta di disturbi parassitari e infettivi inusuali in Italia, ma endemici in altre zone del mondo. E’ sempre opportuno, quindi, informarsi sulle profilassi obbligatorie o consigliate, i comportamenti da tenere sul posto e quello che è necessario portare con sè.

In America Latina

Nei Paesi dell’America latina è necessaria la profilassi antimalarica, e poi è consigliabile immunizzarsi contro l’epatite A, il tifo, e in alcuni casi anche contro la febbre gialla ed il colera. Questo vaccino orale è efficace anche contro la comune ” diarrea del viaggiatore”.

In Africa

La zona nord dell’Africa è per certi aspetti più sicura rispetto a quella subsahariana. Se viaggiate nei Paesi del Nord Africa potrete limitarvi alle vaccinazioni contro le malattie trasmesse per via alimentare: tifo ed epatite A.

Se la vostra meta invece si trova nell’area subsahariana, sarà necessario proteggersi anche contro la malaria. Per la chemioprofilassi si hanno a disposizione diverse combinazioni di farmaci: sarà il medico a valutare la soluzione da seguire, tenendo conto del tipo di viaggio e delle condizioni di salute.

Oltre al ricorso ai vaccini, è possibile ridurre i rischi di contagio adottando semplici regole di igiene personale su due fronti: l’alimentazione e gli insetti, che sono le due principali vie di trasmissione delle malattie del viaggiatore. E’ utile portare con sè i farmaci abituali e quelli da usare nel caso in cui, durante il viaggio, non sia possibile trovarli, e in più quelli per l’eventuale profilassi antimalarica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...