Come pulire la muffa dalla lente della fotocamera COMMENTA  

Come pulire la muffa dalla lente della fotocamera COMMENTA  

muffa

Avete una fotocamera la cui lente è infestata da muffa? Ecco alcuni suggerimenti per effettuare una accorta ed efficace pulizia.

La diffusione capillare delle fotocamere – o delle videocamere – ad alta definizione installate in altri dispositivi come tablet o smartphone, ha reso un po’ desuete le fotocamere classiche; e, al tempo stesso, dato che tali dispositivi rischiano di rimanere inattivi per molto tempo, magari stipati in posti non esattamente consoni alla loro conservazione, ha reso indispensabile acquisire qualche nozione in merito alla loro manutenzione un po’ più approfondita delle generiche raccomandazioni contenute in un ordinario libretto di istruzioni. In particolare, al di là della manutenzione ordinaria, a volte si rendono necessari interventi che richiedono delle informazioni specifiche. Ad esempio, se si lascia una fotocamera inutilizzata per un tempo prolungato – nell’ordine dei mesi -, in un luogo umido e in condizioni non ottimali, il rischio è quello di ritrovarsi con la lente interna infestata da depositi di muffa. Questa è riconoscibile perché si intravedono dei filamenti simili a ragnatele negli angoli del campo visivo, mentre l’immagine appare generalmente sfocata. Il sito statunitense HowToDoThings.com offre una guida sul modo migliore per rimuovere la muffa dalla lente della propria fotocamera.

Per prima cosa, è necessario smontare la lente della fotocamera ricorrendo al libretto delle istruzioni. Nel caso non si disponesse di quest’ultimo – aggiungiamo noi -, in rete sono reperibili diversi tutorial, almeno per i modelli a più ampia diffusione. Si raccomanda di lavorare su una superficie stabile, ricoprendola con una stuoia in gomma o un asciugamano sottile per renderla più morbida, e con una luce molto intensa. Sono indispensabili strumenti di precisione, come quelli dei gioiellieri o degli orologiai. Altri strumenti necessari: una lente di ingrandimento, una piccola chiave inglese, delle pinze di piccola dimensione per la rimozione di guarnizioni e filtri, un panno per lenti – simile a quelli non abrasivi che si usano per gli occhiali – e un panno di cotone.

Solitamente, la muffa si annida nel carrello della lente o delle lenti, quindi è necessario rimuoverla/e dall’alloggiamento. È importante disporre ordinatamente i pezzi, collocandoli secondo una sequenzialità precisa, in modo da rendere più agevole il riassemblaggio a pulizia ultimata.

La lente va pulita con un batuffolo di cotone idrofilo imbevuto di un mix di ammoniaca e acqua ossigenata, strofinando delicatamente; una leggera forza va applicata nello strofinare i supporti di metallo.

L'articolo prosegue subito dopo

Per le parti più difficili da raggiungere, il cotone può essere applicato sulla sommità di uno stuzzicadenti. Utilizzare il panno per lenti, oppure un lembo di asciugamano imbevuto di acqua, per rimuovere i residui di ammoniaca e acqua ossigenata; un altro panno per lenti, oppure un panno in microfibra, dovranno essere usati per asciugare lenti e supporto. Dopo aver riassemblato la struttura della fotocamera e averla riposta nel suo alloggiamento, ricordarsi di inserire nello stesso due sacche di silice, sostanza in grado di assorbire l’umidità.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*