Come pulire le grondaie - Notizie.it
Come pulire le grondaie
Guide

Come pulire le grondaie

Le grondaie sono pensate per raccogliere e convogliare l’acqua che scorre lungo il tetto attraverso l’incalanatura verso terra. Queste grondaie eliminano la possibilitá che l’acqua piovana si abbatta sulle finestre, i rivestimenti, le aiuole, i prati e il paesaggio. Tuttavia, le grondaie per lavorare in modo efficiente, hanno bisogno di essere prive di detriti, foglie e rami di alberi. La pulizia delle grondaie, pertanto, dovrebbe essere un compito di manutenzione che ogni proprietario di abitazione dovrebbe eseguire. Ecco come.

Cose che vi serviranno
Scala molto alta
Guanti spessi
Secchio o sacco della spazzatura

Istruzioni
1
Raccogliere ciò che è necessario per fare il lavoro: una scala che sia abbastanza alta per farvi vedere e raggiungere le grondaie, guanti spessi per proteggere le mani e gli avambracci, occhiali di sicurezza per proteggere gli occhi, un secchio (o sacchetto di rifiuti) per raccogliere i detriti e un tubo da giardino collegato ad una fonte di acqua per sciacquare le grondaie e sbloccare l’incalanatura delle grondaie.

2
Salite su per la scala in modo sicuro.

Assicurarsi che i piedi della scala siano rivestiti in gomma e poggianti sul terreno duro. Se si utilizza una scala ad estensione, essere sicuri che si appoggi su una parte stabile del bordo del tetto.
3
Afferrare manciate di detriti dalla grondaia e raccoglierle in un secchio o in un sacco della spazzatura. È possibile appendere il secchio o sacco della spazzatura sulla scala con un gancio o con una cinghia. Oppure si potrebbe tenere con una mano, mentre si raccolgono i detriti con l’altra. Qualunque sia il metodo più comodo mettere sempre la sicurezza al primo posto.

4
Spruzzare la grondaia con un flusso di acqua per rimuovere le foglie rimanenti e la sporcizia. Dirigere il flusso d’acqua verso la grondaia per aiutare a pulire i tubi.

5
Pulire le grondaie, almeno due volte l’anno, soprattutto prima delle stagioni piovose e nevose.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*