Come rateizzare pagamento Equitalia COMMENTA  

Come rateizzare pagamento Equitalia COMMENTA  

Equitalia è l’Agenzia di riscossione delle tasse che è incaricata dallo Stato Italiano di esigere il dovuto da parte dei cittadini.

Per chi non è in grado di saldare i propri debiti secondo le scadenze fissate, Equitalia mette a disposizione la possibilità di rateizzare il pagamento, rifondendolo poco alla volta anzichè in un’unica soluzione: ecco le modalità.

Ci sono due formule possibili che si possono richiedere: la rateazione ordinaria, che prevede un massimo di 72 rate mensili, il cui importo singolo non deve essere inferiore alle € 100,00. C’è poi la rateazione straordinaria, che prevede fino a 120 rate mensili, che si giustifica solo in caso di situazione di difficoltà legata alla crisi economica generale.

Leggi anche: Cosa sono i Massage Parlor


Per importi fino ad € 50.000,oo è sufficiente fare una domanda in carta semplice; qualora invece l’importo sia superiore, bisogna presentare un’adeguata documentazione che giustifichi la richiesta, e che verrà attentamente valutata da Equitalia.

Leggi anche: Come si guida a Londra


Chi ha già ottenuto una rateazione ordinaria, può chiederne la conversione a straordinaria, allungando i tempi concessi per il saldo.

Leggi anche

christmas-pudding
Guide

Come fare Christmas pudding: ricetta originale

In Inghilterra il Christmas pudding è un dolce tipico molto comune. Ecco la ricetta originale per realizzarne uno come la tradizione vuole. Gli Inglesi hanno l’abitudine di servire a tavola durante le festività natalizie un tipico dolce chiamato “Christmas pudding”, l’equivalente del nostro panettone, pandoro o torrone. Si tratta di una ricetta abbastanza semplice da realizzare, ma bisogna avere l’accortezza di lasciare la miscela di ingredienti in “riposo” per una notte, per dare la possibilità alla birra di amalgamarsi bene. Letteralmente “pudding” significa prugna, ma non vi è traccia di tale ingrediente nella ricetta tradizionale. Forse il termine “plum” si Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*