Come recensire un film horror - Notizie.it

Come recensire un film horror

Scuola

Come recensire un film horror

Su internet proliferano blog che recensiscono film horror, creati da fan del genere che desiderano condividere le loro impressioni con altri fan. In genere si tratta si di scrittori non professionisti, mossi dall’entusiasmo, ma che non hanno delle vere e proprie esperienze e conoscenze nell’ambito delle recensioni. Scrivere per un blog non richiede delle competenze specifiche, tuttavia sapere qualcosa in più sul genere e sulle tecniche di scrittura può sicuramente aiutarti a condividere opinioni e osservazioni brillanti e a consigliare ai lettori quali film evitare e quali guardare

Istruzioni:

  1. Prendi nota durante la visione del film. Scrivi le tue osservazioni sui personaggi, sulla trama e sulla qualità del film stesso
  2. Inizia la tua recensione con un breve riassunto della storia, evitando essere troppo dettagliato o di svelare elementi chiave. Il tuo scopo non è raccontare la trama del film, quindi cerca di ridurla all’osso. Se possibile, confronta il film con altri dello stesso genere o dello stesso regista.

    Se intendi svelare colpi di scena o il finale, è importante specificare immediatamente il rischio di “spoiler” , in maniera tale che il lettore possa scegliere se proseguire la lettura o meno.

  3. Discuti soprattutto della qualità del film, cercando di mantenere un tono leggero e informale: il tuo articolo sarà destinato a fan del genere, mantieni uno stile colloquiale. Se la recitazione è pessima, specificalo, sottolineando come questa incide sulla qualità finale della pellicola. Specifica se il film è a budget ridotto, se mal diretto, fa sapere se ti ha spaventato o meno, se ci sono state scene cariche di suspence che ti hanno fatto saltare sulla poltrona: stai recensendo un film horror, e queste informazioni sono basilari
  4. Confronta il film con altri, ad esempio se è inserito all’interno di una serie, o con l’originale se è un remake, e se rende giustizia al primo o se ne è solo una pessima copia, che propone le stesse cose.
  5. Infine, concludi esprimendo le tue opinioni personali circa la riuscita dell’opera e il tuo gradimento, raccomandandone o meno la visione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche