Come riconoscere le allergie alimentari nei bambini

Guide

Come riconoscere le allergie alimentari nei bambini

Molti bambini hanno allergie alimentari, che si caratterizzano quando il corpo reagisce in risposta ad un alimento che non è tipicamente dannoso per le persone. Quando questo alimento viene mangiato e le sue proteine ​​entrano nel flusso sanguigno, il sistema immunitario produce anticorpi per attaccare le proteine ​​e rilascia sostanze chimiche che causano i segni caratteristici di una reazione allergica. Se si sospetta che il bambino potrebbe essere allergico a qualcosa che ha mangiato, è importante identificare la fonte di tale allergia alimentare.

8

Istruzioni

1. Essere attenti ad ogni variazione nella normale salute del vostro bambino e il comportamento.

2. Notrea i sintomi fisici che il vostro bambino sta vivendo che portano a sospettare di avere un’allergia. Questi possono includere mal di stomaco, gas, naso che cola, labbra gonfie e pruriginose, orticaria e eruzioni cutanee.

3. Prestare attenzione alle indicazioni che il vostro bambino vi dà. Anche se non si notano sintomi di allergia fisici, se il bambino ha sbalzi di comportamento, cambiamenti nei suoi schemi tipici di sonno, o esprime disagio che non si può attribuire a qualsiasi altra fonte, questi possono essere segni di una allergia alimentare. Alcune allergie alimentari sono anche mal diagnosticate come ADD o ADHD.

4. Portate il vostro bambino da un allergologo che eseguirà un test di allergia. In un test cutaneo, il medico pungere la pelle del vostro bambino con piccoli campioni di un certo numero di potenziali allergeni e ne osserva l’arrossamento e il gonfiore. Un esame del sangue cerca gli anticorpi che il corpo produce in risposta agli allergeni specifici.

5. Rimuovere gli alimenti individuati come potenziali allergeni dalla dieta del vostro bambino.

6. Se i sintomi del vostro bambino non regrediscono entro una settimana, potrebbe essere necessario fare un altro viaggio dall’ allergologo o provare una dieta di eliminazione alimentare per individuare gli alimenti problema.

7. Tenete lontano il vostro bambino dal mangiare tutti i potenziali allergeni finché i suoi sintomi allergici scompaiono, che di solito avviene entro circa una settimana. Alimenti allergenici comuni includono grano, mais, uova, soia, latticini, agrumi, fragole, arachidi e crostacei, ma è possibile eliminare qualsiasi cibo si sospetta che il bambino può essere allergico.

8. Reintrodurre un potenziale allergene nella dieta del vostro bambino, iniziando con una piccola quantità e aumentando la quantità il giorno successivo.

9. Attendere 1-2 giorni per verificare la ricomparsa dei sintomi prima di introdurre ogni successivo potenziale allergene.

10. Se si notano sintomi di una reazione allergica, immediatamente smettere di dare al bambino l’ allergene potenziale che avete provato.

11. Continuare questo processo fino a quando tutti gli alimenti sospetti o quelli che sono stati identificati come allergeni vengono successivamente reintrodotti nella dieta regolare del vostro bambino.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...