Come ridurre i livelli di creatinina con gli alimenti

Salute

Come ridurre i livelli di creatinina con gli alimenti

Reni
Reni

La creatinina è un tipo di scarto molecolare che si trova nel sangue che non deve superare un certo valore. Ecco l'alimentazione corretta per ridurla.

Creatinina, sapete cos’è? No? Dovreste saperlo, visto che può nuocere molto alla salute degli esseri umani. Tuttavia non c’è da preoccuparsi eccessivamente, in quanto ci sono metodi molto semplici con cui la si può eliminare dall’organismo. Il metodo di cui ci occuperemo in questo articolo è il cibo. La nostra alimentazione serve a molto più che permetterci semplicemente di sopravvivere, anche se spesso ce ne dimentichiamo. I vantaggi di mangiare del cibo sano sono molti più di quanti possiamo immaginare e, tra i tanti, c’è la capacità di eliminare la creatinina nel sangue. Ma, prima di tutto, che cos’è la Creatinina?

Che cos’è la Creatinina?

La creatinina è un tipo di scarto molecolare che si trova normalmente nel nostro sangue. Il problema nasce quando supera un certo valore ed inizia a diventare dannosa. Quindi prima di andare a vedere l’alimentazione corretta per ridurla, è utile comprendere il nemico con il quale abbiamo a che fare.

Come abbiamo detto, la creatinina è un tipo di scarto molecolare sempre presente nel sangue.

Questa sostanza viene prodotta come, appunto, scarto dal metabolismo muscolare. Proviene dalle molecole di creatina, da qui il suo nome, che servono ad aiutare a costruire la massa muscolare. La sostanza è filtrata dal sangue attraverso i reni ed espulsa dal corpo nelle urine. Il suo livello nel sangue è usato per analizzare l’attività renale e quindi il corretto funzionamento dei reni. Senza i quali saremmo parecchio nei guai.

Cause dell’aumento della creatinina

Tuttavia, il calcolo della creatinina nel sangue non serve solo a controllare lo stato dei nostri reni. Si tratta anche un campanello d’allarme sulla salute del nostro corpo. Se il valore supera una certa soglia, è probabile che sussista un problema agli organi interni. È pur vero che il suo aumento nel sangue non è sempre dato da patologie ai reni, infatti, i motivi per cui un individuo possa trovarsi con degli alti valori di creatina nel sangue sono molteplici.

Ad esempio, l’assunzione di certi tipi di farmaci, specialmente se per molto tempo, può contribuire alla crescita di creatinina.

I tipi di farmaci che possono causare questo aumento sono, tra i tanti, alcuni antibiotici e alcuni antinfiammatori come l’ibuprofene. Invece, oltre alle patologie collegate al mal funzionamento dei reni, vi sono il diabete mellito, l’azotemia o la pressione alta che possono portare la creatinina alta.

Conseguenze della creatinina alta

Quali sono i sintomi di un’eccesso di creatinina nel sangue? Non c’è una risposta precisa, o meglio, non può esserci una sola risposta. Siccome le cause possono essere molte, possono essere molti anche i sintomi, relativi ad ogni singola causa. I più comuni sono:

  • La mancanza di respiro
  • Una minzione dolorosa e/o frequente
  • Crampi muscolari
  • Disidratazione
  • Affaticamento e/o stanchezza frequente
  • Gonfiore a piedi, e/o caviglie, e/o intorno agli occhi
  • Scarso appetito
  • Prurito e pelle secca

L’aumento di questa sostanza di scarto nel sangue è da considerare come una spia per alcune patologie, come:

  • Uremia
  • Nefrite
  • Pielonefrite
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Ostruzione delle vie urinarie
  • Ipertiroidismo
  • Insufficienza cardiaca congestizia
  • Gotta
  • Insufficienza renale
  • Glomerulonefrite
  • Diabete
  • Artrite reumatoide
  • Endocardite
  • Disidratazione

Il principale modo per riuscire a tenere sotto controllo i valori di creatinina nel sangue è dato soprattutto dal seguire un’alimentazione corretta.

Si dovrà, qualora ce ne fosse la necessità, considerare sempre attentamente quello che si mangia, cercando di non sottovalutare il problema.

I valori normali della creatinina

Per facilitare il compito di capire se avete o no un eccesso di creatinina nel sangue, di seguito vi elencherò i valori che dovrebbe avere normalmente.

Negli uomini:

  • 1-2 anni: 0.1-0.4 mg/dl
  • 3-4 anni: 0.1-0.5 mg/dl
  • 5-9 anni: 0.2-0.6 mg/dl
  • 10-11 anni: 0.3-0.7 mg/dl
  • 12-13 anni: 0.4-0.8 mg/dl
  • 14-15 anni: 0.5-0.9 mg/dl
  • Adulti: 0.8-1.3 mg/dl

Nelle donne:

  • 1-3 anni: 0.1-0.4 mg/dl
  • 4-5 anni: 0.2-0.5 mg/dl
  • 6-8 anni: 0.3-0.6 mg/dl
  • 9-15 anni: 0.4-0.7 mg/dl
  • Adulti: 0.6-1.1 mg/dl

Se siete davvero delle persone scrupolose, su Amazon è disponibile un test per effettuare in completa autonomia un controllo per la determinazione quantitativa di creatinina.

Alimentazione per ridurre la creatinina

I consigli per contrastare l’aumento della creatinina nel sangue sono diversi e molto semplici da seguire.

  • È consigliabile bere almeno sei bicchieri di acqua al giorno.

    L’acqua aiuterà a eliminare la creatinina in eccesso dal vostro sistema, contribuendo all’eliminazione delle scorie tramite le urine.

  • Meglio evitare i cibi salati, che, al contrario, non favoriscono l’espulsione dei liquidi dal nostro organismo. La famosa ritenzione idrica causata dal sale, solo che, in questo caso, accade qualcosa di peggio della cellulite. Inoltre, gli alimenti ad alto contenuto di sale possono aumentare la pressione sanguigna e causare danni prolungati ai reni, oltre a facilitare ancora di più l’accumulo delle scorie.
  • Al bando gli alimenti ricchi di potassio come le banane e le frutta secca. Mangiarne, anzi, di poveri.
  • Meglio evitare anche gli alimenti ricchi di proteine di origine animale. Quindi, è sconsigliato il consumo di carne e latticini, mentre è invece preferibile assumere proteine dai legumi da cibi come fagioli, lenticchie, ceci e fave.
  • Per far diminuire il livello di creatinina nel sangue è opportuno consumare moderate quantità di zuccheri raffinati.

    No a pane bianco, prodotti industriali ricchi di conservanti come biscotti e merendine e no anche alla pasta.

  • Occorre prestare attenzione anche a limitare l’assunzione di bevande che tendono a disidratare l’organismo come ad esempio l’alcol, quelle a base di caffeina (tè, caffè, coca cola, pepsi) e limitare anche il consumo delle bevande gassate.
  • La dieta migliore da seguire non dovrebbe essere limitata ad un periodo. Si dovrebbe, invece, cambiare proprio stile di vita. Quindi, un’alimentazione corretta prevede il consumo di frutta e verdura in diverse porzioni giornaliere. Una dieta ricca di verdure, frutta, cereali integrali e legumi contribuisce a tenere sotto controllo i livelli di creatinina. È possibile ottenere tutti i grassi e gli zuccheri di cui si ha bisogno senza mettere a dura prova i reni.
  • Tra i rimedi più utilizzati si ricordano gli infusi a base di piante dalle proprietà benefiche per l’organismo come l’ortica, la camomilla ed il tarassaco.

    Questi infusi aiuteranno il corpo a espellere correttamente la creatinina.

La creatinina è quindi principalmente filtrata dai reni. Per non avere problemi di salute, bisogna mantenere un attività renale corretta. Seguite gli ottimi consigli riportati in questo libro e naturalmente quelli del medico.

6 Commenti su Come ridurre i livelli di creatinina con gli alimenti

  1. come riportare la creatinina pari a 1,5 e l’azotemia pari a 53 avalori normali con una appropiata dieta? i restanti valori de sangue sono tutti nella norma. Grazie

  2. Trapiantata di reni dal 2005.Da 15 gg.faccio terapia con Cumadin .Gli ultimi risultati ematici sono: Creatinina4.39 urea 186 amilasi panc.100 lipasi 109 k 3.86 magnesio 1.99 Na 144 Cl 107. Faccio una dieta iposodica e ipoproteica . Volevo avere un consiglio su come abbassare la creatinina.Faccio utilizzo di immunosoppressori e cortisone.Grazie anticipato per avermi risposto.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche