Come ridurre stress esami scolastici

Guide

Come ridurre stress esami scolastici

stress da esami scolastici
stress da esami scolastici

Nonostante le proteste studentesche che hanno investito Stefania Giannini, la titolare del dicastero dell’istruzione, quest’anno come ogni anno migliaia di studenti italiani della quinta superiore saranno alle prese con gli esami di maturità. Per molti di loro, che poi andranno a lavorare, sarà l’ultima cicatrice lasciata dal sistema scolastico italiano. Quelli che invece andranno all’università si troveranno almeno una decina di volte nella stessa situazione in cui si troveranno quest’estate, ma ancora non lo sanno.

La maturità è formata da tre prove, che non sono molto diverse da quelle svolte durante l’anno in classe, con l’unica differenza che stavolta il loro esito sarà decisivo, sia per quelli che vogliono diventare centini, cioè uscire con il massimo dei voti, sia per quelli che sperano nel sessanta politico che li renda liberi.

L’esame orale invece, con l’esposizione della tesina, è una prova difficile psicologicamente, soprattutto con la commissione esterna.

Per evitare attacchi d’ansia e sintomi da stress, molti medici possono fornire consigli utili, a partire dalla dieta.

Come ridurre stress esami scolastici

Partendo dalla dieta, non bisogna smettere di fare colazione, anzi bisogna che essa sia ricca di zuccheri, che aiutano il cervello. La cena invece, come dice il proverbio, deve essere “da monaco”, cioè parca, onde evitare di perdere il sonno. In generale la dieta deve essere completa, dagli zuccheri agli amici passando per proteine e vitamine e latticini bisogna assumere un po’ di tutto. Evitare di mangiare ogni giorno carne, mentre invece il pesce, ricco di fosforo, aiuta la scioltezza mentale. Inoltre tenete presente che lo stress consuma vitamina C e A e minerali, inoltre gli esami si svolgono col caldo. Quindi bisogna ricordarsi di bere molta acqua e all’occorenza fare uso di integratori di sali minerali. Alcuni consigliano anche i germogli, che si trovano in erboristeria e vanno fatti germogliare in modo da poter mettere i semi nell’insalata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*