Come rimuovere i bulbi dopo la sfioritura dei tulipani

Come rimuovere i bulbi dopo la sfioritura dei tulipani

Piante e Giardino

Come rimuovere i bulbi dopo la sfioritura dei tulipani

tulipani

Il tulipano è pianta fiorita appartenente alla specie bulbosa. Ha un colore vivace ed è ideale per ornare terrazzi, giardini e aiuole.

La chiave per mantenere i tulipani produttivi e utilizzabili per molti anni è rimuoverli e conservarli, per poi ripiantarli con del nuovo terriccio. I bulbi dei tulipani possono essere rimossi solo dopo che le foglie sono cadute, poiché le foglie sono necessarie per immagazzinare i nutrienti per il periodo successivo di fioritura.

I Tulipani

I tulipani appartengono al genere della Tulipa, che fa parte della grande famiglia delle Liliaceae. E’ un fiore molto conosciuto e apprezzato grazie alle sue spettacolari fioriture. Il tulipano è composto essenzialmente da un bulbo perenne che si trova sottoterra, che genera uno stelo dal colore verde vivace. Da questo stelo si sviluppano un discreto numero di foglie dal colore blu/violaceo. Ogni stelo genera di norma un solo fiore.

Quando si pensa ai tulipani si pensa inevitabilmente ai Paesi Bassi, di cui sono il simbolo per antonomasia. Spesso quindi si crede che i tulipani possano crescere solamente in Olanda ma non è cosi: il tulipano cresce sia Europa Meridionale sia nel Nord Ovest della Cina o in Iran.

Ci sono tantissime tipologie di tulipani e, più recentemente, si stanno sviluppando una serie di tulipani ibridi che crescono incontrastati nei giardini privati. Comunque esistono sostanzialmente 15 divisioni che comprendono tutte le varie specie dei tulipani. Questa suddivisione è stata fatta tenendo conto delle diverse caratteristiche , del colore e dell’altezza, che può variare a partire da 10 cm fino ad arrivare a 75 cm nelle specie giganti.

Tulipani che non appassiscono

Tulipani dai colori vivaci, disponibili in tre tonalità diverse, realizzati in seta e adatti a decorare l’ambiente. Semplici da pulire, i tulipani sono ideali sia per essere disposti nei vasi, sia come bouquet di nozze in quanto hanno i gambi facilmente pieghevoli e si adattano ad ogni tipo di forma.

kingtoys realizza tulipani artificiali dai colori brillanti e con finiture realistiche e naturali, adatto come bouquet e anche come decorazione di ambienti. Curati nel dettaglio e non sintetici, i tulipani rendono la casa più accogliente e donano colore all’ambiente.

I tulipani di FiveSeasonStuff sono realistici e ben lavorati.

Con la possibilità di avere composizioni in più combinazioni di colore, questi tulipani sono adatti a diversi contesti e al tatto sono morbidi, grazie alla lavorazione accurata dei dettagli.

Fioritura tulipani

Il periodo perfetto per la fioritura dei tulipani è la primavera. Chiaramente per sapere il periodo esatto bisognerà risalire all’epoca del primo trapianto, alla varietà del tulipano e alle condizione del terreno nonchè dell’esposizione al sole. Uno dei grandi nemici dei fiori, e quindi anche dei tulipani, sono le erbe infestanti. Per cercare di limitarne lo sviluppo è consigliabile l’utilizzo della paccimatura naturale. Essa va inserita nel terreno dove i fiori verranno piantati.

Per capire il ciclo di vita dei tulipani è sufficiente osservarne l’evoluzione. La bellezza di questo fiore non dura in eterno e dopo un certo periodo inizierà ad appassire e le foglie a seccarsi. Al momento di questo avvenimento bisognerà recidere lo scapo fiorale in modo tale da dare riposo al bulbo.

Fondamentale infatti è non sfruttare eccessivamente il bulbo. Una volta estirpato solitamente viene lasciato nel terreno e fatto riposare tutto l’inverno per poi rifiorire nuovamente a primavera. Il vantaggio principale dei tulipani è che sono una pianta perenne e quindi, se conservata bene, può durare tanti anni.

Istruzioni

  • Aspettare fino a che le foglie del tulipano ingialliscono prima di rimuovere i bulbi dal terreno.
  • Inserire un trapiantatore a 16cm di profondità nel suolo, a circa 12 cm dall’angolo del bulbo. Sollevare per portare in superficie il bulbo.
  • Rimuovere con attenzione il bulbo dal suolo. Eliminare le foglie secche della pianta.
  • Mettere i bulbi su di un tavolo in ombra per farli asciugare, lasciandoli per almeno un’ora. Girare i bulbi sul lato opposto e fateli asciugare per un’altra ora.
  • Inserire i bulbi in un sacchetto di iuta o di carta. Conservateli lontano dal calore, dalla luce e dall’umidità fino all’autunno.
  • Piantare i bulbi in autunno prima che il suolo geli.

    La maggior parte dei bulbi deve essere piantata a una profondità pari al doppio del loro diametro. La distanza tra uno e l’altro deve essere pari a una volta e mezza la grandezza del bulbo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche