Come rimuovere il tartaro dentale a casa

Salute

Come rimuovere il tartaro dentale a casa

tartaro

Sono tanti i rimedi naturali che si possono utilizzare per rimuovere il tartaro. Scopri quali sono i migliori.

Il tartaro è un deposito di minerali che si trova sui denti. Con il tempo, la quantità di tartaro si può accumulare e , se non controllato, può portare a periodontiti. Sebbene il metodo più efficace di rimuovere il tartaro sia visitare il dentista, potete seguire alcuni passi a casa per aiutare a rimuovere o ridurre la quantità di tartaro.

Come rimuovere il tartaro

Il tartaro è un fastidio che deve essere assolutamente eliminato onde evitare la creazione di una fastidiosa gengivite. Essa infatti potrebbe portare a un indebolimento delle gengive che metterebbe a rischio l’intera stabilità dei denti.

L’alimentazione

Uno dei metodi migliori per ridurre la presenza di tartaro sui denti è una corretta alimentazione. La placca, infatti, solitamente viene accumulata intorno alle gengive vicino agli incisivi inferiori e questa problematica è spesso legata alla tipologia di alimentazione. Se è eccessivamente ricca di alimenti raffinati, grassi saturi, zuccheri, favorirà certamente la formazione del tartaro.

Per questo motivo la prima regola per evitare la formazione di questo fastidio è cambiare il proprio regime alimentare.

Inoltre, anche, una cattiva igiene orale può favorire la formazione della placca esattamente come il fumo o il consumo eccessivo di caffè. Per compensare queste cattive abitudini si deve mangiare una grande quantità di frutta e verdura, specialmente cruda. Consigliate in particolare le verdure dalla foglia larga, come la lattuga. Infine è importante sostituire lo zucchero con dolcificanti naturali come la Stevia. Oltre a portare benefici ai denti, riduce in maniera drastica il numero di calorie che vengono assunte durante l’intero arco della giornata.

Pulizia dei denti

Oltre ad una alimentazione correte e adeguata, è importante avere cura dei propri denti applicando un’accurata igiene dentale. Per questo motivo è consigliabile lavare accuratamente i denti alla mattina e dopo ogni pasto, meglio ancora se con lo spazzolino elettrico. Se, possibile, risulta molto utile l’utilizzo del filo interdentale per favorire una pulizia più efficace per togliere tutti i residui di cibo che ogni giorno o si accumulano tra i denti.

Il filo interdentale è importante usarlo solamente una volta al giorno, preferibilmente prima di andare a letto o comunque lontano dall’assunzione dei pasti.

Uno dei migliori fili interdentali in circolazione è quello prodotto dalla Oral-B Ultra. In caso di gengivite è consigliabile invece consultare il proprio dentista che si preoccuperà di fornire tutto il supporto possibile.

Se il filo interdentale vi provoca fastidio, potete utilizzare l’idropulsore orale che permette di rimuove il 99% della placca causante le carie, le gengive sanguinanti e l’alito cattivo. E’ possibile scegliere tra 3 modalità di pulizia diverse per intensità di pressione e getti. I denti risulteranno più bianchi già dopo una settimana.

Rimedi naturali

Fortunatamente sono presenti numerosi rimedi naturali ottimi per ridurre il tartaro presente sui denti.

  • Olio di girasole. Fare degli sciacqui con l’olio di girasole permette di pulire in maniera perfetta l’intera dentatura. Aiuta, inoltre, a liberarsi da tutte le tossine presenti nel cavo orale.
  • L’olio di sesamo. Come alternativa dell’olio di girasole si può usare l’olio di sesamo; è molto efficace solamente se usato alla prima spremitura.
  • Carbone attivo.

    Altro rimedio efficace è l’utilizzo del carbone attivo, facilmente trovabile in qualunque supermercato. È ideale sopratutto per sbiancare i denti e prevenire la formazione del tartaro. Per utilizzarlo è sufficiente spazzolare i denti col carbone per circa due minuti e successivamente sciacquare bene la bocca. Consigliabile l’utilizzo di carbone vegetale, controllare quindi con attenzione cosa vi è scritto sull’etichetta.

BIO WHITE

  • Bicarbonato di sodio. Rimedio molto importante è l’utilizzo del bicarbonato di sodio che aiuta a combattere con efficacia il tartaro. Questo prodotto però andrà utilizzato con parsimonia altrimenti si potrebbe rivelare abrasivo per i denti.
  • L’acqua ossigenata. Rappresenta uno dei migliori sbiancanti naturali. Importante utilizzarla solamente un paio di volte al mese mettendo 2 gocce sullo spazzolino.

Prodotti anti tartaro

Ecco una breve lista di prodotti che possono aiutare per lo sbiancamento dei denti e l’eliminazione definitiva del tartaro.

Mentadent- Dentifricio anti tartaro

Grazie alla presenza di microcalcio e fluoro attivo, il dentifricio Mentadent aiuta a combattere le carie e il tartaro sin dai primi segni.

Colgate- Dentifricio anti tartaro

Altro prodotto che aiuta a rendere i denti bianchi e lisci, rimuovendo le macchie dovute alla formazione del tartaro e dando una sensazione di denti puliti, lisci e splendenti.

AZ – Dentifricio Tartar Control + Whitening

Aiuta a prevenire il tartaro e sbianca i denti rimuovendo le macchie superficiali.

Agisce, inoltre, sul prevenire i problemi gengivale e rinfresca l’alito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche