Come risolvere le equazioni con parentesi

Scuola

Come risolvere le equazioni con parentesi

Le equazioni matematiche a volte sono scritte con parentesi. A volte le parentesi servono solo per rendere più facile da leggere l’equazione, ma di solito sono sistemati in modo da alterare l’ordine consueto delle operazioni. In un’equazione senza parentesi, in primo luogo prendere gli esponenti, poi dividere e moltiplicare, quindi aggiungere e sottrarre. Per esempio, 3 +2 * 4 +3^2 = 3 +2 * 4 +9 = 3 +8 +9 = 20.

L’ordine delle operazioni è l’opposto dell’ordine in cui avete imparato le operazioni a scuola, dove hai imparato prima aggiungere e sottrarre, quindi moltiplicare e dividere e poi le potenze.

Ad esempio, supponiamo che l’equazione è

4 * (3 * (8-5) ^ 2 +2). Risolvi all’interno delle parentesi (8-5) in modo da valutare e ottenere il

4 * (3 * 3^2 + 2).

2

Espandere la prossima serie di parentesi, di nuovo secondo l’ordine consueto delle operazioni. La prossima serie di parentesi è (3 * 3^2 +2). In primo luogo prendere la potenza, ottenendo 4 * (3 * 9 +2) ottenendo quindi moltiplicare 4 * (27 +2). Quindi aggiungere, ottenendo 4 * 29.

3.

Ripetere il passaggio 2, se necessario. Nell’esempio, non vi sono più parentesi.

4. Valutare l’espressione rimanente, sempre seguendo l’ordine abituale delle operazioni. Nell’esempio 4 * 29 = 116. Si noti che senza parentesi 4 * 3 * 8-5^2 +2 = 4 * 3 * 7-25 +2 = 12 * 2 = 7-25 84-25 +2 = 61, e si può vedere che una parentesi grande fa la differenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche