Come sapere se la vasectomia non è riuscita COMMENTA  

Come sapere se la vasectomia non è riuscita COMMENTA  

Una vasectomia è una procedura chirurgica tipicamente effettuata da un urologo allo scopo di sterilizzazione maschile. Si tratta di una delle più popolari procedure di controllo delle nascite in tutto il mondo perché, quando eseguita da uno specialista esperto, è semplice, efficace e sicura. Come con qualsiasi procedura chirurgica, ci sono dei rischi, e anche se la procedura è efficace al 99 per cento, è possibile che una vasectomia non riesca.

istruzioni

1 Recarsi dall’urologo per le visite successive. Fino a quando non si riceve un report che indica l’assenza di spermatozoi vitali si è considerati fertili. In quel periodo altri metodi di contraccezione dovrebbero essere usati per prevenire la gravidanza. Ci vogliono due o tre mesi per espellere completamente tutti gli spermatozoi vitali dopo che una vasectomia è stata eseguita.


2 Consultate il vostro urologo se il volume degli spermatozoi nel liquido seminale non diminuiscono. In rare occasioni – meno dell’1 per cento di tutti i casi segnalati – un errore chirurgico viene scoperto. In questi casi il dotto deferente, il tubo che permette di viaggiare lo sperma dai testicoli, non è completamente bloccato. In questi casi, la procedura dovrà essere ripetuta per essere efficace.


3 La gravidanza derivante da una relazione monogama, dopo che il maschio è stato testato e dichiarato sterile da un urologo qualificato indica una vasectomia non riuscita.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*