Come sarà il matrimonio di Belen e Stefano? COMMENTA  

Come sarà il matrimonio di Belen e Stefano? COMMENTA  

Mancano meno di venti giorni alle nozze di Belen Rodriguez e Stefano De Martino, e intanto trapela qualche anticipazione sulla cerimonia. A svelare i dettagli sul matrimonio tra la soubrette e il ballerino è Giorgia Matteucci, la wedding planning incaricata dalla coppia di organizzare le nozze, che si terranno a Comignago in provincia di Novara. “Sarà un matrimonio country-chic. Un po’ come è Belen, capace di camminare a piedi nudi indossando il lucidalabbra: una cerimonia e poi una festa semplice e al tempo stessa raffinata”, rivela la Matteucci.

Leggi anche: Belen cancella il tatuaggio dedicato a Stefano e spiega il motivo


Saranno presenti duecento ospiti, che non sono tanti, visto che si tratta di uno dei matrimoni Vip più attesi: tra i più famosi ci sono Simona Ventura e Maria De Filippi insieme al marito Maurizio Costanzo. I fuochi d’artificio segneranno la fine della serata: “sono il sogno di Stefano per Belen, li ha richiesti espressamente”, continua la wedding planner.

Leggi anche: 10 film da vedere come single a San Valentino


Ma come stanno affrontando i due promessi sposi i preparativi per il grande giorno? Belen, a detta di Giorgia (che è anche una amica di lunga data) è molto tranquilla anche se ci tiene a controllare che tutto venga programmato nei minimi dettagli.

La location ideale per Belen sarebbe stata Formentera, ma lei ha preferito optare per un luogo più facilmente raggiungibile: è importante che quel giorno siano vicine le persone che più ama.

Leggi anche

supvenezia
News

Venezia: surf dal Ponte degli Scalzi per un giapponese. Rischia denuncia

Uno “stravagante personaggio” è stato visto dalla folla tuffarsi dal Ponte degli Scalzi a Venezia domenica 4 dicembre: un giapponese in muta da sub "armato" di pagaia e di una tavola da surf per fare Sup - acronimo dello sport Stand Up Paddle - proprio nel Canal Grande. Il turista ha anche deciso di farsi filmare dagli amici mentre compiva la sua “audace impresa”. L’uomo ora rischia una multa e una denuncia con l’accusa di “attentato alla navigazione” di placide gondole e vaporetti tipici veneziani. Per quanto bizzarro, il gesto del viaggiatore non è insolito in città negli ultimi tempi: pochi giorni fa, dopo qualche mese di coma, Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*