Come sbollentare e congelare il mais COMMENTA  

Come sbollentare e congelare il mais COMMENTA  

Il mais è disponibile tutto l’anno, ma è al suo apice tra luglio e settembre. In alta stagione è possibile acquistare un sacco di grano a buon mercato. Se acquisti più di quanto si può mangiare prima che vada male, si può congelare e godersi il meglio del mais tutto l’anno. Per il suo contenuto di acqua, il mais può diventare molle se congelato crudo. Con la sbollentatura, si prepara il grano per il processo di congelamento in modo che sarà più costante quando si scioglie.

Leggi anche: Come congelare i carciofi crudi



Istruzioni:

1. Togliere le bucce di mais e la seta. Sciacquare il grano sotto l’acqua fredda per eliminare ogni residuo di seta. Rimuovere eventuali difetti con un coltello da cucina.


2. Tenete le pannocchie intere, o tagliate a metà, se si preferiscono più piccole.

3. Mettere una pentola d’acqua a bollire. Mettere il coperchio sulla pentola per farla bollire più velocemente.


4. Metti le pannocchie in acqua bollente. Lasciale sbollentare per tre minuti.

5. Rimuovere il grano e metterlo sul piatto per raffreddare.

6. Aggiungere più mais e ripetere i passaggi quattro e cinque prima di aver sbollentato tutto il mais.

L'articolo prosegue subito dopo


7. Mettete tre o quattro pannocchie intere, o 6-8 pannocchie a metà, in ogni borsa freezer. Togliere l’aria e sigillare i sacchetti. Mettete i sacchetti nel freezer fino al momento dell’uso.

Leggi anche

pandoro_cut_01
Cucina

Pandoro farcito ricetta: con gelato, mascarpone o nutella

Ecco la ricetta per realizzare un ottimo pandoro farcito con gelato, mascarpone o nutella da gustare nelle festività natalizie.   Per preparare il pandoro farcito con gelato, mascarpone o nutella, dovete cominciare per prima cosa con la farcitura. Se si tratta della nutella, potrete decidere se vi piace di più lasciarla al suo "stato" naturale o riscaldarla in un pentolino con un po' di latte. Se deciderete di scioglierla nel latte ricordatene di metterne poco per non compromettere la consistenza e poi trasferite il composto in una ciotola e fatelo raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero, coprendolo una Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*