Come scegliere un paio di occhiali da sole “retró”

Guide

Come scegliere un paio di occhiali da sole “retró”

Per prima cosa prendete in considerazione quale stile di occhiali da sole retró vi piace in particolare. Una volta individuato lo stile dovrebbe essere più semplice trovare gli occhiali perfetti in un negozio o presso un rivenditore online.

Lo stile retró

Alcuni dei più popolari stili retró sono quelli cosiddetti “teashade”: resi popolari da John Lennon, hanno lenti piccole e rotonde, solitamente colorate e una montatura leggera. Le gemelle Olsen hanno riportato in voga le forme chic di questo stile di occhiali.

Gli occhiali da aviatore, invece, hanno forme molto più grandi con lenti scure o a specchio che li rendono molto più protettivi dal sole e li distinguono dallo stile “teashade”.

Lo stile “wayfarer”, indossato dai Blues Brothers e ora indossato dagli hipster di tutto il mondo, é caratterizzato da montature in plastica e da forme quadrato-arrotondate. Un esempio sono i classici Ray-Ban indossati da moltissime celebritá.

Acquistare online

Dopo aver deciso quale tipo di occhiale acquistare, potete effettuare una ricerca e comparare i prezzi su siti di negozi online.

Adattamenti moderni di occhiali stile retró sono disponibili in moltissimi shop online, così come é possibile trovare occhiali vintage originali. Questi ultimi sono particolarmente costosi, ma su internet si riescono facilmente a trovare occasioni ad esempio su siti di aste online.

Acquistare in negozio

Un luogo in cui trovare facilmente occhiali da sole stile retró sono i negozi di abbigliamento e accessori di seconda mano. Vi potrete trovare tanto repliche moderne quanto gli occhiali originali e, chiaramente, rispetto allo shop online avrete la possibilitá di provarli. Esistono in commercio anche occhiali moderni che riprendono le forme vintage combinandole con lenti moderne a protezione UV. Questa tipologia di occhiali uniscono la moda e lo stile vintage alla sicurezza e praticitá moderne e sono facilmente acquistabili nei negozi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*