Come sciogliere nodi senza spezzare capelli COMMENTA  

Come sciogliere nodi senza spezzare capelli COMMENTA  

Sciogliere nodi lunghi richiede un poco di tempo per la cura dei capelli, per evitare di spezzarli o indebolirli ulteriormente.

 

Per quanto riguarda l’igiene dei capelli, bisogna dire che anche lo shampoo, per quanto adatto allo scopo, può indebolire la cute e la chioma, specie se in caso di lavaggi frequenti. Per questo motivo è consigliabile utilizzare una quantità molto piccola di shampoo per lavare i capelli. Non si deve riempire il palmo della mano di shampoo e coprirsi di schiuma, ma versarne abbastanza per fare un po’ di schiuma, ma non troppa. C’è chi consiglia di prenderne un cucchiaino diluito in un poco di acqua.


 

A questo punto si massaggia delicatamente la cute, coprendo tutta la superficie del cranio. Questo massaggio non è solo piacevole e rilassante, ma benefico per la pelle e i capelli.


 

Dopo il primo lavaggio, si sciacquano bene i capelli e si applica un prodotto specifico quale balsamo, olio o maschera. Si usano le mani per distribuirlo e pettinarlo leggermente con le dita. Seguendo le istruzioni, si lascia che il prodotto agisca il tempo indicato sulla confezione, poi si inizia a pettinare i capelli con delicatezza, prima dando brevi colpi di spazzola partendo dalle punte, poi man mano che si sale il momento segue la lunghezza del capello fino a partire dalla testa fino alle punte.


 

I movimenti leggeri e morbidi, progressivamente sempre più lunghi e distesi non devono dare strattoni ai capelli. Il pettine con i denti larghi, o la spazzola, deve scivolare dolcemente districando i nodi pian pianino.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Dopo questo massaggio con il pettine si sciacquano bene i capelli, in modo da lavare via il prodotto applicato. Di norma si consiglia l’acqua tiepida e non quella calda per evitare stress ai capelli. Al termine del risciacquo, si tampona la testa con l’asciugamano, senza strofinare i capelli vigorosamente perché si potrebbero creare nodi.

 

A questo punto si passa ancora la spazzola e ci si prepara ad asciugare i capelli. È meglio se il phon non è al massimo del calore perché i capelli potrebbero indebolirsi e spezzarsi, rendendo vane le cure prestate. Per l’asciugatura si dirige il getto d’aria dalla testa verso le punte, mentre pettine o la spazzola accompagnano i capelli.

 

Oltre alla pulizia, che può essere traumatica per i capelli, bisogna ricordare che anche l’acconciatura e il vento possono scompigliare e annodare i capelli.

Per questo, è bene evitare elastici stretti quando li si legano, preferendoli di stoffa morbida. Quando c’è vento è consigliabile una treccia o una coda morbida per evitare che il vento li annodi.

 

Quando si riposa, della seta o del raso sul cuscino fanno scivolare morbidamente i capelli senza farli attorcigliare e quindi annodare.

About Valeria 66 Articoli
traduttrice; lingue di lavoro: inglese, francese, tedesco

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*