Come scrivere un curriculum per cercare lavoro all’estero COMMENTA  

Come scrivere un curriculum per cercare lavoro all’estero COMMENTA  

Cercare lavoro all’estero e sorprendere un recruiter internazionale può essere più difficile, in parte a causa delle diverse aspettative sociali, culturali e professionali. Ma certamente non è impossibile.
Quindi, se sei pronto a far circolare il tuo curriculum all’estero, continua a leggere.
Perché il tuo curriculum sia efficace, deve sempre essere scritto tenendo a mente il lettore finale. Ma cosa succede quando il lettore finale si trova dall’altra parte del mondo? 
Cerca sempre di contattare il dipartimento delle risorse umane prima di inviare il tuo curriculum per capire in quale stile desiderano riceverlo (se più descrittivo o breve) e la lunghezza desiderata.

Oltre a questo, chiedetevi quali informazioni sia opportuno includere: nelle culture come quella americana o inglese, per esempio, i datori di lavoro tendono ad enfatizzare l’esperienza di un candidato e le competenze trasferibili.

Ad esempio, se hai lavorato come cameriere durante gli studi non verrai stigmatizzato, anzi è un vantaggio, perché darai l’impressione di una persona che può gestire diverse priorità e che è indipendente.

Ma a prescindere dalla posizione geografica, qualsiasi azienda che sta valutando di assumerti dall’estero, oltre a valutare la tua professionalità, è interessata anche a conoscere il tuo grado di adattamento a una nuova cultura e a far fronte alle sue sfide.

L'articolo prosegue subito dopo

In questo senso. è consigliabile mettere in evidenza alcuni aspetti della tua personalità e raggruppare tutte le esperienze internazionali, elencando tutti i lavori in questione, esperienze di volontariato e/o accademica. Questo può essere un modo per differenziarti dagli altri candidati e presentarti come un veterano del campo internazionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*