Come scrivere un film horror

Scuola

Come scrivere un film horror

Hai visto tutti i film horror che siano mai stati girati: ti senti pronto a scriverlo tu il prossimo? I film horror più o meno presentano tutti degli elementi chiave in comune, tuttavia nonostante ciò scrivere una sceneggiatura interessante potrebbe risultare un’impresa difficoltosa. Ecco qui alcuni consigli di partenza:

  1. scegli prima di tutto un soggetto. Può trattarsi del classico dualismo il bene contro il male, o di un horror splatter pieno di vittime e sangue
  2. individua l’ambientazione in cui svolgere la storia. Cerca di essere originale: evita i soliti clichè della casa abbandonata o del campeggio. Pensa a qualcosa che non è mai stato rappresentato, ad esempio un asilo o un ospedale veterinario
  3. scegli il cattivo o il mostro. Una creatura sovrannaturale come vampiri o licantropi possono essere un’opzione, ma se vuoi creare una sceneggiatura brillante prova con qualcosa che non sia mai stato usato prima. Pensa a Stephen King: i suoi cattivi sono sempre sopra le righe
  4. decidi ora come il mostro verrà annientato.

    Fa in modo che l’eroe non scopra il come fino alla fine della storia, o meglio ancora fa sì che il mostro non venga completamente sconfitto

  5. scrivi sempre un primo abbozzo della storia. Partire dalle fine e andando a ritroso permette di creare maggiore suspence. Assicurati di includere diversi colpi di scena, da inserire intorno alla metà della storia. Ma ricorda, durante il processo di scrittura non temere di fuori uscire dall’abbozzo iniziale: un buon scrittore sa quando è il caso di uscire dagli schemi per rappresentare un idea originale
  6. scrivi la sceneggiatura senza fermarti o tentennare, non preoccuparti se sia buona o meno. Scrivi più che puoi, fermati a rileggere e se necessario apporta delle correzioni o delle aggiunte, o se è il caso cancella le parti che non ti convincono
  7. fa leggere la sceneggiatura a qualche amico e chiedi loro di scriverti le loro impressioni sotto formadi note. Di loro di essere brutalmente onesti.

    Se lo loro osservazioni sono interessanti, utilizzale come spunto per apportare delle correzioni o se è il caso di riscrivere intere parti. Ricorda: una buona sceneggiatura è sempre frutto di molteplici revisioni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...