Come si attiva la carta di credito paypass COMMENTA  

Come si attiva la carta di credito paypass COMMENTA  

Come si attiva la paypass
Come si attiva la paypass

Paypass è una carta contact less, ovvero un nuovo modo di pagare senza contatto. Vediamo come si attiva.

E’ una carta che funziona tramite una frequenza radio incorporata ed è molto facile da usare per tutti.

Leggi anche: Tassi: approfondimento


Per richiedere una MasterCard PayPass, contattare il numero crescente di istituzioni finanziarie partecipanti (emittenti di carte) elencati sul nostro sito web. Controllare spesso, in quanto e nuove emittenti di carte vengono aggiunte regolarmente.

Puoi trovare la tua Paypass ovunque si veda il simbolo PayPass alla cassa, è possibile toccare per pagare con i tuoi PayPass. Questo include ristoranti fast food, distributori di benzina, negozi, farmacie, stadi, e altro ancora. Se non si vede il simbolo, la carta PayPass può ancora essere utilizzato da strisciata al check-out, come normali carte MasterCard.

Per effettuare un acquisto semplicemente passarla sul lettore di pagamento “contactless” alla cassa dei punti vendita. PayPass utilizza un chip di computer incorporato e la frequenza radio di antenne nascoste. Dopo aver toccato i tuoi PayPass alla cassa, dati di pagamento vengono inviati in modalità wireless alla rete MasterCard. Poco dopo  si riceverà la conferma di pagamento.

Con il credito MasterCard potrebbe essere necessario effettuare un acquisto iniziale utilizzando il chip e selezionando ‘credito’ ad un terminale EFTPOS in modo che la funzione Paypass inizi a funzionare e quindi attivarla.

Leggi anche: Spese scolastiche: risparmiare sui libri di testo

 

Leggi anche

christmas-pudding
Guide

Come fare Christmas pudding: ricetta originale

In Inghilterra il Christmas pudding è un dolce tipico molto comune. Ecco la ricetta originale per realizzarne uno come la tradizione vuole. Gli Inglesi hanno l’abitudine di servire a tavola durante le festività natalizie un tipico dolce chiamato “Christmas pudding”, l’equivalente del nostro panettone, pandoro o torrone. Si tratta di una ricetta abbastanza semplice da realizzare, ma bisogna avere l’accortezza di lasciare la miscela di ingredienti in “riposo” per una notte, per dare la possibilità alla birra di amalgamarsi bene. Letteralmente “pudding” significa prugna, ma non vi è traccia di tale ingrediente nella ricetta tradizionale. Forse il termine “plum” si Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*