Come superare la paura delle gallerie in autostrada

Salute

Come superare la paura delle gallerie in autostrada

Stai guidando la auto in mezzo al traffico, su una strada statale o su una tangenziale. Magari un’autostrada. Magari un percorso che hai fatto spesso. Arriva la solita galleria e improvvisamente hai paura di attraversarla. Paura pura, addirittura panico. E non riuscendo a superare questo problema modifichi la tua vita adattandola ad evitarlo. Così fai altre strade, non prendi più l’autostrada e magari fai percorsi più lunghi, cerchi sempre di farti accompagnare o di far guidare qualcun altro. Questa è la situazione che differenzia la fobia, dalla semplice paura: ti cambia e ti limita la normale vita quotidiana; questa è una fobia. Moltissime persone soffrono di fobia e attacchi di panico. La paura delle galleria è normalmente associata alla claustrofobia, alla paura degli spazi chiusi, soffocati, collegata alla paura dell’ascensore, dell’areo. E’ una paura irrazionale, almeno a livello conscio. Inconsciamente il nostro fisico e la nostra mente reagiscono a situazioni che abbiamo vissuto in passato che ci hanno traumatizzato, o al situazione pressanti e stressanti che siamo obbligati a vivere. In ogni caso come superare la paura di guidare nelle gallerie? Innanzitutto bisogna distinguere dalla semplice paura dalla fobia. In entrambi i casi non bisogna mai vergognarsi del problema, e vale la regola “fare amicizia con la propria paura” e invece di automatizzare comportamenti evitanti tipo cambiare strada, non usare la macchina e far sempre guidare qualcun altro, che potrebbero solo aggravare il problema, bisogna avvicinarsi piano piano a quello che ci fa paura, conoscendolo: ad esempio facendoci accompagnare la prima volta, ma guidare da soli la seconda, magari parlando al telefono – solo con il vivavoce naturalmente – ascoltando la radio e, meglio ancora, cantando una canzone che ci piace tanto; anche contare ad alta voce, nel momento in cui sentiamo quella sensazione di disagio e di paura di perdere il controllo, è un ottimo aiuto! La paura dei luoghi chiusi è irrazionale ma legata anche all’impossibilità di poter gestire la situazione: non posso uscire dalla galleria quando, e se voglio, e questa impossibilità di controllo, mi crea panico. Quando la paura diventa panico, è opportuno associare alla tecnica comportamentale delle azioni terapeutiche: ottimo fare delle sedute di training autogeno che aiutano ed insegnano ad acquisire tecniche di controllo della respirazione, e del proprio corpo. Inoltre un ottimo aiuto vengono dai fiori di Bach, una soluzione assolutamente naturale che va ad influire non sull’effetto, ma sulla causa che lo provoca.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...