Come trattare l’acne con l’aceto di mele COMMENTA  

Come trattare l’acne con l’aceto di mele COMMENTA  

In che modo l’aceto di mele aiuta l’acne?

Usare l’aceto di mele per trattare l’acne è un rimedio casalingo usato da molti anni. La teoria è che ingerendo l’aceto di mele si aiutano il fegato e i reni a depurare l’organismo, e ciò aiuta quindi ad eliminare i brufoli. Si può usare l’aceto di mele esternamente come un astrigente. Una marca famosa di aceto di mele puro, biologico insiste che solo l’aceto non filtrato ha gli enzimi che fanno raggiungere questi risultati.


Uso sulla pelle

Dopo aver lavato il viso con un sapone delicato come la glicerina senza profumo o il sapone di marsiglia, asciuga la pelle.

Imbevi dei batuffoli di cotone con l’aceto e passali sulle parti del viso con in brufoli. Evita le aree che tendono ad essere più secche.

Applica un idratante leggero non comedogenico, cioè che non ostruisce i pori. Ripetilo una o due volte: a metà giornata e prima di andare a letto.

L'articolo prosegue subito dopo

(Per esempio, se fai sport, lava il viso e usa l’aceto ogni volta.)

Bere l’aceto

Per usare l’aceto internamente, aggiungine 2 cucchiaini a un po’ di acqua filtrata. Bevilo ogni mattina e un’altra volta tra i pasti. Aggiungi una piccola quantità di sciroppo d’acero o stevia (ottenuta da una pianta) per addolcire la bevanda. L’aceto di mele ha le vitamine A, C, E, B2 e B6. Il Betacarotene e le vitamine C ed E sono ottime per la pelle.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*