Come trattare una puntura di zanzara infetta
Come trattare una puntura di zanzara infetta
Salute

Come trattare una puntura di zanzara infetta

zanzara

La puntura di zanzara è qualcosa di molto comune, specie in estate. Fondamentale è però non trascurarla perché potrebbe diventare infetta.

La zanzara, ogni estate, si presenta nelle case di milioni di italiani che ormai non sanno cosa fare per non essere divorati. Ogni anno questi insetti si fanno infatti sempre più resistenti nei confronti dei vari insetticidi presenti sul mercato. Spesso le loro punture non solo sono fastidiose ma diventano anche infette. Questo crea grandi problemi di salute alle persone colpite.

Puntura di zanzara infetta

L’estate e le zanzare vanno di pari passo con il calore della stagione. Le zanzare volano in prossimità dell’acqua tra il tramonto e l’alba. La femmina per la sopravvivenza delle uova ha bisogno di sangue e di solito siamo i bersagli sfortunati per il loro pasto. Le zanzare portano malattie trasmissibili attraverso il sangue come la febbre dengue, la febbre gialla, la malaria, l’encefalite e il virus del Nilo occidentale.

Un buon repellente per le zanzare contenente DEET dovrebbe essere spruzzato sulla pelle prima di avventurarsi all’aria aperta al mattino presto o nelle ore pomeridiane quando queste fastidiose creaturine si nutrono.

Spesso una puntura di zanzara può diventare talmente noiosa da spingerci a grattarci anche inconsciamente mentre dormiamo, fino a quando diventa infetta. Le punture di zanzara infette devono essere trattate immediatamente.

Prevenzione

Sembra banale dirlo ma per evitare che la puntura diventi infetti sarebbe ideale non essere proprio punti. Per questo la parola d’ordine deve diventare prevenzione.

  • Fondamentale sarà la prevenzione ambientale verso la riproduzione delle zanzare. Questo compito solitamente spetta al proprio comune di residenza. Le zanzare solitamente riproducono le loro uova in ambienti umidi come sottovasi, annaffiatoi, vasche, laghetti e fontane ornamentali.
  • Utilizzo di materiali che non permettano l’ingresso delle zanzare in casa. Sono molto utili le zanzariere alle finestre o anche apparecchi che emettono ultrasuoni.
  • Infine, se ormai la zanzara è entrata in casa, usare i repellenti. Applicare il prodotto solo sulle parti scoperte del corpo e non sotto i vestiti.

Ideale per tenere lontane le zanzare e gli altri insetti, il circuito Angtuo è dotato di ultrasuoni che servono ad allontanare gli insetti.

Con un formato portatile e comodo da portare ovunque.

Un repellente contro zanzare, mosche e altri insetti che agisce tramite onde elettromagnetiche senza essere tossico per gli animali domestici. Un dispositivo che garantisce risultati efficaci in poco tempo e tiene lontani insetti indesiderati.

Il classico repellente che non delude mai. Autan è il prodotto ideale da distribuire su tutto il corpo per allontanare zanzare e insetti, disponibile in diversi formati e per tutta la famiglia. Senza danneggiare la pelle e senza ungere, il prodotto previene le punture di zanzare e idrata la pelle.

Conseguenze

Sono due le principali conseguenze che una puntura di zanzara infetta può provocare.

  1. Normoreattiva. Solitamente si ha questo fastidio si nota l’immediata presenza di prurito che compare entro pochi secondi e dura per 30 minuti. Dopo il prurito compare il bozzo con tanto di edema. Infine la regressione del bozzo in circa 120 minuti, se trattato con cura.
  2. Iperreattiva.

    In questo caso il bozzo è di grandi dimensioni e rimane anche per 24 ore. A volte, delle punture peggiori, dura fino a 10 giorni. In questi casi si formano delle piccole vesciche contenenti del pus.

Istruzioni

Quando la puntura di zanzara diventa infetta, è consigliabile seguire le seguenti istruzioni.

  1. Sciacquare attentamente la puntura, talvolta rossa e trasudante, con acqua e sapone e asciugandola tamponando con un tovagliolo di carta pulito. Anche se si potrebbe sentire un bisogno impellente di grattare con foga la puntura infetta, non bisogna farlo perché le unghie ospitano vari tipi di batteri e possono provocare un’ulteriore infezione.
  2. Applicare uno spesso strato di una pomata antibiotica come Neosporin sulla puntura di zanzara infetta e coprirla con un cerotto per prevenire urti sull’area già dolorante.
  3. Prendere un antistaminico come il Benadryl per calmare il prurito e ridurre rossore o piaghe, specialmente la notte quando si potrebbe grattare inconsciamente la puntura infetta.

    Si potrebbe applicare del Caladryl dopo che l’infezione abbia iniziato a guarire per alleviare il prurito e ridurre il gonfiore.

1 Commento su Come trattare una puntura di zanzara infetta

  1. Onestamente mi sembra esagerato consigliare di prendere un antistaminico per una semplice puntura di zanzara. Io vengo punta spesso e il prurito mi rimane anche per più di una settimana, ma mi basta un po’ di autocontrollo e al limite una crema all’aloe puro per “sopravvivere”…se dovessi prendere ogni volta un antistaminico ne sarei sempre imbottita!
    I farmaci non sono una cosa di cui abusare, o il corpo non impara a difendersi da solo! Non dovreste consigliarli così alla leggera…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche