Come trovare il 10% di un numero

Come trovare il 10% di un numero

Scuola

Come trovare il 10% di un numero

Quando si trova una percentuale di un numero, si ottiene un risultato che è maggiore del numero se la percentuale è maggiore di 100, o una porzione che è minore del numero se la percentuale è inferiore a 100. Per esempio 150 per cento di 10 è uguale a 15, che è maggiore del numero, mentre il 50 percento di 10 è 5, che è una porzione minore del numero. L’equazione per trovare una quantità che è una percentuale di un numero è “percentuale x base = quantità.”, dove “Percentuale” è la percentuale, “base” è il numero e la “quantità” è il risultato.

Istruzioni per calcolare il 10% di un numero

1. Determinare un numero di cui si desidera trovare il 10 per cento. Per questo esempio, utilizzare il numero 50, che è la base.

2. Convertire il 10 per cento in un numero decimale dividendo per 100 – 10 diviso 100 è uguale a 0,1. Questo è lo stesso spostamento dei due punti decimali a sinistra.

3.

Moltiplicare i tempi per cento della base – 0,1 per 50 è uguale a 5. Pertanto, 5 è il 10 per cento di 50.

Ora passiamo ad un’applicazione pratica del calcolo delle percentuali: calcoliamo uno sconto. Supponiamo che un capo d’abbigliamento costa 130 euro e abbiamo uno sconto del 10%. Basterà utilizzare la formula appena vista per calcolare il 10% di un numero e sottrarre il risultato al prezzo di partenza, quindi 130-(10:100)*130=117 euro E’ utile anche sapere come si calcola l’incidenza percentuale, cioè quanto vale in percentuale un valore rispetto ad un altro. L’operazione si chiama anche calcolo della percentuale inversa in quanto la percentuale non è nota e va ricavata dai valori. La percentuale espressa come numero da 0 a 100 si calcola dividendo il valore in percentuale calcolato per il valore numerico di riferimento di cui si intende calcolare la percentuale e moltiplicando il risultato per 100.

Anche qui può essere interessante vederne un’applicazione pratica: l’incidenza percentuale è utile per sapere quanto incide una spesa sul proprio reddito mensile.

Altra operazione utile è il calcolo del totale a partire da un dato valore ed una percentuale: si divide il valore in percentuale calcolato con la percentuale espressa come numero da 0 a 100 e si moltiplica il risultato per 100 (anche questa formula delle percentuali inverse). Esempio pratico: determinare quanti sono gli aventi diritto al voto (totale) conoscendo i voti ricevuti da un partito politico (valore in percentuale calcolato) e la percentuale di tali voti sul totale (numero compreso tra 0 e 100). Infine, per conoscere la variazione del fatturato di un’azienda rispetto all’anno precedente si deve saper calcolare la differenza percentuale: si sottrae il fatturato dell’anno corrente a quello dell’anno scorso e si divide il risultato per quest’ultimo; infine si moltiplica il risultato ottenuto per 100.

Questa operazione ci consente anche di calcolare la variazione percentuale del tasso di disoccupazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Thanks God It's Friday
Cultura

Che cosa significa TGIF

19 ottobre 2017 di Notizie

TGIF sembrerebbe essere un semplice acronimo. In realtà è ed era tempo fa il grido della gioventù. Scopri perché, il suo significato, il suo passato e il suo presente.