Come utilizzare il forno a microonde COMMENTA  

Come utilizzare il forno a microonde COMMENTA  

Il 72% delle donne europee dichiara di non poter più vivere senza il forno a microonde. Si adatta perfettamente al loro stile di vita e le supporta nella quotidianità, dentro e fuori casa. E’ apprezzato anche il fatto che aiuti a tenersi in forma, permettendo di cucinare in modo sano. Il 66% delle intervistate dichiara addirittura che le fa divertire poiché regala tempo libero, semplificando le incombenze domestiche, e le affianca negli hobby. Sono questi i risultati emersi da una ricerca svolta in sei diversi Paesi europei tra cui l’Italia e commissionata da una nota azienda del settore. Dopo aver rivoluzionato il modo di preparare e servire i pasti nei bar e nei ristoranti, il forno a microonde si appresta a innovare il mondo delle “macchinette”.


All’estero, infatti, sono già in uso i distributori automatici dotati di microonde per riscaldare i piatti pronti, e ora stanno arrivando anche in Italia. Una soluzione in più per chi, fuori casa, cerca un pasto veloce e non troppo costoso. Del resto, negli anni, il forno a microonde ha aperto le porte all’uso dei piatti pronti surgelati, guadagnandosi un posto da protagonista in casa e in ufficio. Oggi, poi, permette preparazioni elaborate e gustose, apprezzate anche dai gourmet.


Chi ha poca dimestichezza ai fornelli e una cucina poco accessoriata, come gli studenti fuori sede, oppure tanti single, può preparare un buon pranzo con il microonde e poco altro. Non richiede manualità, non occorre mescolare, e non ci sono pentole e tegami incrostati da pulire. Su Internet si trovano con facilità siti dedicati alle ricette al microonde, persino i portali di cucina più ricercati ospitano sezioni dedicate a questo tipo di cottura. Anche i ragazzini, gli anziani e le persone con disabilità possono usarlo in tutta sicurezza: non ci sono fiamme libere, né fornelli del gas che possono essere dimenticati accesi né piastre o resistenze roventi.


Con il microonde si possono cucinare gli alimenti preservandone l’umidità naturale e senza disperdere i nutrienti. Così, si usano meno condimenti ed è più facile restare in linea senza troppe rinunce. Una delle funzioni più interessanti in questo senso è a cottura a vapore, considerata tra le tecniche più salutari. Nel microonde, la cottura al vapore raggiunge temperature inferiori rispetto a quella classica, rispettando ancora di più le caratteristiche nutrizionali dei cibi.

L'articolo prosegue subito dopo


Chi ha il pallino della cucina trova nel forno a microonde un valido alleato per preparare qualunque ricetta, velocemente e senza sporcare troppo. Il microonde può essere impiegato per preparare gli ingredienti da usare in altre ricette più complesse. Per esempio, per essiccare le erbe, ridonare croccantezza alle patatine, accelerare la maturazione di un avocado, pelare più facilmente i pomodori o sciogliere il cioccolato. Inoltre il forno a microonde può aiutare a tagliare la bolletta elettrica.

Il consumo istantaneo in cottura è del tutto paragonabile, o solo di poco inferiore, a quella di un forno tradizionale, ma i tempi di cottura sono decisamente più bassi (soprattutto se si usa la ventilazione). Il 57% degli europei lo usa inoltre per riscaldare i cuscini terapeutici contro i dolori cervicali, per sterilizzare i barattoli e i ciucci del bebè.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*