Come utilizzare le radici per scrivere equazioni di secondo grado COMMENTA  

Come utilizzare le radici per scrivere equazioni di secondo grado COMMENTA  

Se sai già come risolvere un’equazione di secondo grado, allora sei un passo avanti per imparare a scrivere equazioni di secondo grado date due radici. E’ importante conoscere e capire la forma di base di un’equazione di secondo grado, perché gioca un ruolo fondamentale nella scrittura delle equazioni. In particolare, la chiave di scrittura di una delle radici indicate consiste nel risolvere i valori di a, b, c.

istruzioni

1. Qualsiasi equazione di secondo grado ax ^ 2 + bx + c = 0 può essere espressa nella forma:

x ^ 2 – (la somma delle radici) x + (il prodotto di radici) = 0

2.

Calcolare la somma delle radici. Ad esempio, date le radici 5 – radice (7) e 5 + radice (7), la somma delle radici sarebbe:

(5 – radice (7)) + (5 + radice (7)) =

5 – radice (7) + 5 + radice (7) = 10

3.

Calcolare il prodotto delle radici. Ad esempio, date le radici 5 – radice (7) e 5 + radice (7), il prodotto delle radici sarebbe:

(5 – radice (7)) + (5 + radice (7)) =

25 + 5 (radice (7)) – 5 (radice (7)) – 7 = 18

4.

L'articolo prosegue subito dopo

Incorporare la somma e prodotto delle radici nell’equazione. Ad esempio, data la somma delle radici 10 e il prodotto di radici 18, l’equazione sarebbe:

x ^ 2 – 10x + 18 = 0

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*