Come visitare Amsterdam in 3 giorni COMMENTA  

Come visitare Amsterdam in 3 giorni COMMENTA  

Se un paio di giorni sono tutto quello che hai, ecco un itinerario che vi darà un’idea di ciò che la città è veramente:

Giorno 1
Un buon modo per orientarsi in città è con un tour a piedi. Puoi conoscere un po’ di storia e essere in grado di vedere tutte queste strade lungo i canali.


Canal Tour
Amsterdam è una città legata all’acqua. I canali di Amsterdam sono incredibilmente belli. Salta i grandi tour in barca che vedete intorno alla città. Essi sono troppo costosi e si può noleggiare un tour in barca privato per meno.

Il Van Gogh Museum potrebbe essere una delle più popolari attrazioni turistiche della città, ma non lasciare che la folla ti scoraggi dalla visita. Il museo ospita molte delle migliori opere di Van Gogh accanto un’ottima biografia della sua vita. Il museo è organizzato in ordine cronologico a partire dai suoi primi lavori. Ci sono anche dipinti di altri artisti famosi come Monet, Manet, Matisse.


Rijksmuseum – Rijksmuseum si trova proprio accanto al Van Gogh Museum. Anche se è sempre in fase di ristrutturazione, il museo presenta ancora una ricca collezione di Rembrandt, e sarete in grado di vedere il famoso dipinto, La ronda di notte. Oltre a Rembrandt, c’è anche una buona collezione di altri pittori classici olandesi.

L'articolo prosegue subito dopo


Vondel Park
Il parco più grande e più famoso di Amsterdam è un luogo ideale per passeggiare, in bicicletta, o rilassarsi, soprattutto dopo una visita a un negozio di caffè locale. C’è un parco giochi e luoghi dove fare sport. Durante l’estate, Vondel Park è pieno di gente.

L’Heineken Experience
Questo museo non è una fabbrica di birra. Il prezzo del biglietto serve per acquistare tre birre e si imparerà un po’ ,di storia della Heineken. C’è anche un videogioco.

Giorno 2
Casa di Anne Frank
In tutta onestà, non mi piace questo posto. Mi è sembrato di essere anti-climax e in generale, ho sentito il Museo di storia ebraica fa un lavoro più approfondito di rapportarsi gli eventi nella vita di Anne Frank e la Shoah. Che, fondamentalmente, fate una passeggiata lenta attraverso la casa. Ma se non vi dispiace attesa in linea e siete curiosi di sapere di lei, forse vale la pena la visita. Arrivare presto per evitare la coda.

Il quartiere Jordaan- Questa zona fortemente residenziale è uno probabilmente l’attrazione più persa di Amsterdam. Io personalmente penso che sia la zona migliore della città. Anche se è proprio vicino al centro città, pochissimi turisti entrano in questo labirinto di ristoranti, caffetterie e negozi. Assicurati di camminare in giro. E ‘tranquillo e un ottimo posto per evitare la massa di turisti che affollano le vie principali.

Il Museo dei Tulipani
Situato in una stanza all’interno di un negozio di tulipano, questo piccolo luogo è interessante per raccontare la storia di tulipani in Olanda.

Museo di Storia
Il museo vanta una storia molto approfondita di Amsterdam. E’ grande e avrete bisogno di 3 o 4 ore per vederlo veramente. Ci sono un sacco di cimeli, mappe, dipinti.

Chiesa di San Nicola
Questa è la mia chiesa preferita ad Amsterdam e uno dei miei preferiti in tutta l’Europa. E’ una chiesa in stile barocco.

Giorno 3
Fate un giro in bicicletta
Le bici vanno con Amsterdam come il vino va con la Francia. La città ama le bici e ci sono presumibilmente più biciclette di Amsterdam che persone.

Jewish History Museum
Un ​​museo spesso trascurato, il Museo di storia ebraica racconta la storia degli ebrei e la loro posizione di rilievo e influenti di Amsterdam. La mostra sulla seconda guerra mondiale fa un grande lavoro di mettere in evidenza il compiacimento olandese, la resistenza, e senso di colpa per l’Olocausto.

Oosterpark
Tutti vanno a Vondelpark per sedersi o in bicicletta, ma ad est del centro della città principale c’è un bellissimo parco con molte meno persone e lo spazio verde che è altrettanto bello. E’ a circa 30 minuti a piedi dal centro della città, ma vi porta attraverso le aree residenziali della città fuori dalla mappa turistica.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*