Come visitare il palazzo di Schonbrunn a Vienna COMMENTA  

Come visitare il palazzo di Schonbrunn a Vienna COMMENTA  

Il famoso Palazzo di Schonbrunn, che si trova a Schonbrunner Schlossstrasse 147, era la residenza estiva degli Asburgo. Il palazzo, terminato nel 1749, ha più di 1.400 stanze e vanta uno zoo e una serra e una collezione di arte di valore. Segui questi passi per visitare il palazzo.

Leggi anche: Vittorio è stato ucciso: la procura apre un fascicolo

  1. Prendi i mezzi pubblici per arrivare al palazzo. Se prendi la metropolitana, scendi alla stazione U4 di Schonbrunn. Se prendi il bus, usa la linea 10A.

    Leggi anche: Un campo magnetico all’asilo?

    Se prendi il tram, usa i tram con i numeri 10, 58 o 60.

  2. Compra i biglietti di ingresso. Puoi farlo all’entrata del palazzo o sul sito ufficiale del palazzo di Schonbrunn.

    Il biglietto di ingresso non comprende gli extra all’interno del palazzo, come la collezione di carrozze, i giardini, o il museo dei bambini. Tour audio e guidati sono disponibili pagando qualcosa in più.

    L'articolo prosegue subito dopo

    Il palazzo è un’attrazione della Vienna Card. Questa carta dà molti sconti su dozzine di attrazioni della città e accesso libero ai mezzi pubblici .
  3. Consulta i giorni e le ore di apertura del palazzo. Il palazzo è apero dalle 8:30 del mattino fino alle 6:00 del pomeriggio a Luglio e Agosto. In Aprile, Maggio, Giugno, Settembre e Ottobre, è aperto dalle 8:30 fino alle 5:00. Il resto dell’anno, dalle 8:30 fino alle 4:00. Altre attrazioni del palazzo potrebbero avere orari diversi; visita il sito ufficiale per i dettagli.

Leggi anche

bootloader
Guide

Come sbloccare bootloader Android

Strumento di sicurezza, ma anche freno alla creatività e limite alle necessità dei singoli utenti: signore e signori, il bootloader (e come sbloccarlo). Che cos'è un bootloader? Il termine in questione sta diventando familiare soprattutto tra gli utenti di smartphone, in particolare quelli che montano un sistema operativo Android, semplicemente perché è quello più "conveniente" da sbloccare, soprattutto per le possibilità che tale sistema operativo fornisce nell'ambito della personalizzazione del proprio dispositivo per mezzo dell'installazione di programmi non autorizzati. In realtà, ogni dispositivo che funziona grazie all'interfaccia fornita da un sistema operativo - quindi anche un comune PC - dispone Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*