Come visitare Tirana COMMENTA  

Come visitare Tirana COMMENTA  

Punto di partenza di qualsiasi escursione della città potrebbe essere la piazza Skanderbeg, vero cuore e motore di Tirana.
Dedicata al grande patriota e condottiero, Gjergj Kastrioti Skënderbeu, appare immensa ed ordinata, in perfetto stile comunista.

Sulla piazza si affacciano musei ed importanti edifici come:

la Torre dell’Orologio, chiamata anche Kulla e Sahatit è uno dei simboli della città. Costruita, dal 1821, grazie al contribuito della famiglie più benestanti.

Nel 1928 la torre venne ulteriormente innalzata (fino a raggiungere i 35 metri d’altezza – 90 gradini) e completa da un moderno orologio di manifattura tedesca.

Gravemente danneggiata durante la seconda guerra mondiale, venne restaurata in epoca comunista. Aperta al pubblico dal 1996, offre un impareggiabile panorama della città;

la Moschea Etem Bei: eretta da Mulla Beu e dal figlio Et’hem Beu.

L'articolo prosegue subito dopo

La sua costruzione iniziò nel 1794, e terminò nel 1821; si presenta come splendido edificio dalle forme eleganti ed armoniche, ma dalle dimensioni piuttosto modeste. Si trova praticamente attigua alla Torre dell’Orologio e risulta composta da un grande portico da un bel minareto e da una luminosa cupola;

il palazzo dell’Opera: il Teatro Nazionale di Opera e Danza è il più grande teatro di tutta l’Albania. Costruito in epoca recente è uno dei simboli della vivacità culturale della città.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*