Come votare Primarie Milano Movimento 5 Stelle 8 novembre 2015 COMMENTA  

Come votare Primarie Milano Movimento 5 Stelle 8 novembre 2015 COMMENTA  

Le Primarie, o meglio le Consultazioni Primarie in politica, si svolgono subito prima delle Elezioni vere e proprie, e servono a stabilire chi saranno i candidati ammessi nelle rispettive liste elettorali. Difatti, ipotizzando che per ciascuna lista vi siano più “aspiranti” ad essere candidati, tale consultazione stabilisce con metodo democratico chi ne avrà l’onore e l’onere. Poiché le Primarie, si svolgono subito prima (da cui appunto l’aggettivo “primarie”), delle elezioni vere e proprie, queste non “riformano” affatto l’attuale sistema elettivo vigente, qualsivoglia sia la sua natura. Difatti, sono applicabili a qualsiasi sistema elettorale.

Leggi anche: Napoli – Udinese, probabili formazioni Serie A 8 novembre 2015


Alla votazione per le Primarie è possibile accedere, e quindi votare, in base ai seguenti criteri:

  1. IN BASE ALL’ELETTORATO ATTIVO (CHI VOTA), abbiamo: a) CHIUSE: riservate ai soli iscritti/militanti (residenti ed elettori nel territorio interessato) del partito o dei partiti partecipanti in coalizione alla stessa lista elettorale. b) SEMI-CHIUSE: ai militanti si aggiungono gli iscritti di alcuni movimenti o associazioni di “area” (cioè notoriamente simpatizzanti per tale parte politica (residenti ed elettori nel territorio interessato). c) SEMI-APERTE: possono partecipare tutti i cittadini che resiedno e che sono elettori nel territorio interessato, e i quali si “iscrivano” anche solo temporaneamente e come simpatizzanti al/i partito/i della Lista o sottoscrivano un protocollo d’appoggio al programma della Lista. d) APERTE: partecipano tutti i cittadini residenti ed elettori nel territorio interessato, senza alcun necessità di dichiarazione o d’iscrizione o limite o vincolo od obbligo, salvo l’esibizione di un documento che comprovi la residenza nel territorio interessato.
  2. IN BASE ALL’ELETTORATO PASSIVO (CHI SI CANDIDA E CHI PUO’ CANDIDARLO), abbiamo: a) DA PARTE DEL VERTICE NAZIONALE: i candidati sono espressi solo dal vertice centrale del partito. b) DA PARTE DEI VERTICI NAZIONALE+LOCALE: i candidati sono decisi di comune accordo tra il vertice nazionale e quello/i locale/i. c) DA PARTE DEI VERTICI/DIRIGENZA LOCALI: un gruppo ristretto della Direzione Locale decide i nominativi in lizza. d) DA PARTE DELL’ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI INTERESSATI: tutti i militanti del territorio interessato possono indicare candidati. e) DA PARTE DELLA ASSEMBLEA LOCALE + MOVIMENTI SIMPATIZZANTI: si possono aggiungere nominativi presentati da organismi esterni alla parte ufficiale ma invitati dal partito ad indicare dei nomi. f) DA PARTE DI CHIUNQUE (“EX OMNIBUS”): chiunque può candidare o candidarsi per tale lista in competizione.

Un appunto è da farsi sui primi cinque casi (da A ad E),  in questi primi casi, se applicati ad una “Lista di Coalizione” (più partiti che l’appoggino), gli aspiranti potrebbero essere candidati da ciascuno dei partiti partecipanti alla Coalizione. Ad ogni modo, in tutti i casi, le candidature andrebbero suffragate dalla raccolta di un determinato numero di firme dei cittadini del Collegio, corrispondenti al quantitativo minimo necessario per l’ammissione alle Elezioni secondo quanto previsto dalle norme vigenti per l’Elezione cui le Primarie si riferiscono.

Leggi anche: Roma – Lazio, probabili formazioni Serie A 8 novembre 2015


3.  IN BASE ALLA MODALITA’ DI SVOLGIMENTO, abbiamo: a) PER SINGOLA LISTA: si svolgono e sono gestite direttamente dal Partito o dai partiti partecipanti alla Lista. In questo caso, i cittadini partecipanti sono costretti a dichiararsi apertamente e per iscritto come simpatizzanti (se non “temporaneamente iscritti”) del/i partito/i di cui vogliano decidere il candidato. Oppure in un altro caso, sempre gli stessi cittadini, sarebbero comunque apertamente partecipanti ad una Primaria “di parte”. Queste due ipotesi inducono a pensare ad una partecipazione molto bassa rispetto all’elettorato complessivo. b) A SESSIONE PUBBLICA GENERALE: di fatto, con la convocazione delle elezioni, vengono convocate anche le Consultazioni Primarie, per cui i cittadini ricevono un certificato elettorale che ha un apposito tagliando in più che permette loro di partecipare alle Primarie. Tutte le Liste in competizione sono obbligate a partecipare alle Primarie (eventuali deroghe sono da prevedere nella legge istitutiva). L’elettore che si reca a votare alle Primarie andrà in un seggio che dovrebbe perciò coincidere con quello cui si recherà circa due mesi dopo per le Elezioni vere e proprie. Lì riceve una scheda unica in cui compaiono tutte le liste in competizione con i relativi “aspiranti candidati”. Ne potrà indicare uno solo di una sola lista. Quest’ultimo metodo ha le seguenti ripercussioni: A) Essendo a gestione pubblica, è controllabile e verificabile per legge da parte di chiunque ne faccia richiesta ed il costo è un costo sociale generale, il che evita che si debba autofinanziare con quote di partecipazione le quali si rivelerebbero un’ulteriore dissuasivo alla partecipazione generale dell’elettorato. B) La scheda unica tutelerebbe il PRINCIPIO DELLA SEGRETEZZA DEL VOTO. Nessuno può sapere per quale delle liste il singolo elettore ha deciso di scegliere il candidato.


È il del Movimento 5 Stelle che sceglierà il suo candidato Sindaco per la città di Milano alle Amministrative del 2016, il quale verrà scelto proprio tramite il meccanismo delle Primarie. Per scegliere il proprio candidato sindaco, il Movimento 5 Stelle ha indetto le Primarie che avranno luogo l’8 novembre 2015 presso l’auditorium di via Valvassari Peroni.

Leggi anche

Guide

Sabbia Cinetica: a cosa serve

Sabbia cinetica o sabbia magica: un gioco utile e ricreativo per fare divertire i vostri bambini istruendoli La sabbia magica o cinetica o Kinetic Sand, in lingua inglese, è il gioco e divertimento di quest’anno 2016, provate per crederci: i vostri bambini si divertiranno da morire, per questo lo consigliamo assolutamente come idea regalo per questo Natale! Affrettatevi a comprarlo! La sabbia cinetica, ad una prima impressione sembra la sabbia che forma il litorale e la battigia marittima ma, ad una più attenta tastata, la sensazione è differente, non si attacca sulle mani, non sporca e non lascia alcun tipo Leggi tutto
About Maria Aufiero 172 Articoli
Traduttrice Freelance dal 2013, appassionata di arte, cultura e scrittura

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*