Commando armato nel ristorante di Dacca: Isis rivendica l’attentato, 2 morti COMMENTA  

Commando armato nel ristorante di Dacca: Isis rivendica l’attentato, 2 morti COMMENTA  

Aggiornamento: Sette italiani sarebbero tra gli ostaggi del commando armato. Lo afferma l’ambasciatore italiano in Bangladesh. Un italiano sarebbe stato invece tratto in salvo. Vi sarebero due morti e almeno 40 feriti nell’assalto al ristorante di Dacca, in Bangladesh. Al momento non sono confermate vittime italiane e la Farnesina è al lavoro per accertarlo. Negli ultimi minuti l’attacco sarebbe stato rivendicato dall’Isis. Gli account Twitter filo-Isis minacciano attentati anche per il week end del 4 luglio negli aeroporti di Heathtrow (Londra), Los Angeles e Jfk (New York).

Sarebbero tra 6 e 8 i terroristi che hano assaltato un ristorante nella zona diplomatica di Dacca, in Bangladesh e al momento vi sarebbero almeno 20 ostaggi e due morti che, secondo a quanto riportato da India Today potrebbero essere di nazionalità italiana. Un impiegato fuggito dal locale, un panettiere italiano, ha confermato che gli uomini hanno lanciato diverse bombe urlando Allah Akbar e che avevano con loro anche pistole e spade. La Farnesina sta seguendo la vicenda minuto per minuto non escludendo la possibilità che tra gli ostaggi possano anche esserci italiani. Le immagini della cnn testimoniano i momenti di grande tensione, con un commando di terroristi che sta tenendo in ostaggio una ventina di persone. L’attacco è avvenuto alle 21.20 ora locale, momento nel quale il quartiere diplomatico di Gulshanun, dove si trova il ristorante Holey Artisan Bakery, è molto frequentato.


Un attacco di tale portata raccontano le forze dell’ordine locali, non era mai stato visto in questa zona. E’ avvenuto in un ristorante ubicato in un quartiere molto popolare tra i cittadini stranieri. Una zona popolare, dinamica, piena di ristoranti, bar e alberghi, dunque molto frequentata dagli studenti stranieri e molto popolata. Tutti sanno che questa è la zona di Dacca nella quale ci si reca quando ci si vuole divertire. Nel raggio di pochi metri vi è moltissima polizia, giunta in massa nella zona, chiudendo le strade per evitare che altre persone potessero accedere alla zona pericolosa. Una situazione incerta e descritta come seria e grave, con scene di caos e concitazione. non è chiaro a chi sia riconducibile l’attentato, le modalità fanno pensare a gruppi ascrivibili all’Isis ma si attendono ulteriori informazioni in merito. Non si esclude infatti anche la possibilità dell’effetto emulazione considerato il fatto che Dacca ed il Bangladesh sono solitamente molto tranquilli.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*