Commercianti allo scoperto. 83 attività sanzionate

Aziende

Commercianti allo scoperto. 83 attività sanzionate

Una pattuglia della Guardia di Finanza
Una pattuglia della Guardia di Finanza

La guardia di finanza pochi giorni fa ha ispezionato il territorio di Varese e provincia per verificare la regolarità delle attività commerciali: su 260 controlli, 83 risultano irregolari, 37 italiani e 46 stranieri. L’obiettivo è di accertare, in particolare, l’emissione corretta di scontrini, il lavoro regolare, la vendita di prodotti a norma. 40 pattuglie di unità diverse hanno scovato una cerchia estesa di evasori fiscali bar, ristoranti, parrucchieri, che non emettono alcun documento fiscale. Non mancano casi di lavoro in nero: 6 lavoratori irregolari, di cui uno clandestino. Tre attività hanno chiuso i battenti per violazioni di mancata documentazione fiscale ma la scoperta più allarmante è la vendita al pubblico di prodotti di origine cinese altamente pericolosi per la salute.

Poco tempo fa la finanza ha verificato la regolarità delle attività della capitale lombarda, rilevando che 1 su 3 viola il fisco. L’evasione fiscale si estende anche nella Città Giardino e il caso fa discutere in un momento delicato come questo.

Ieri il governo ha ottenuto il consenso del senato per le liberalizzazioni e i commercianti protestano. I piccoli imprenditori varesini temono di essere bollati come evasori e rivendicano il marchio dei prodotti made in Italy.

Stefania

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche