Comparto ortofrutticolo, Kiwi: via libera all’export in Corea del Sud. Report su scorte di mele e pere

Attualità

Comparto ortofrutticolo, Kiwi: via libera all’export in Corea del Sud. Report su scorte di mele e pere

Il Servizio Economico Regionale di Coldiretti informa che, per il kiwi, arriva via libera all’export in Corea del Sud: il Mipaaf ha annunciato che le autorità fitosanitarie coreane hanno deciso di autorizzare l’ingresso di kiwi provenienti dall’Italia nel mercato nazionale.
Secondo il report relativo alle scorte di mele e pere dell’emisfero settentrionale nella stagione 2011/12, condotto dalla Associazione mondiale di mele e pere (WAPA) e aggiornato ad aprile di quest’anno, lo stock di mele negli Stati Uniti raggiunge le 806.995 tonnellate, circa il 2,6% in più rispetto al volume registrato nello stesso periodo dello scorso anno.
I principali volumi in magazzino corrispondono alle Red Delicious (333.942 ton), Gala (113.023 ton) e Granny Smith (99.359 ton). Per quanto riguarda le pere, le scorte di magazzino sul mercato statunitense sarebbero pari a 84.824 tonnellate, 64.107 tonnellate in più rispetto allo stesso periodo del 2011.

Le varietà con un volume più alto dovrebbero essere Anjou (67.562 ton) e Bosc (11.565 ton).
In Europa lo stock di mele raggiunge ad aprile 1.847.666 tonnellate, rappresentando i volumi totali presenti nei magazzini di Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Polonia, Portogallo, Spagna, Svizzera, Paesi Bassi e Regno Unito. Le principali varietà sono la Golden Delicious (706.628 ton), Jonagold (157.308 ton) e Idared (63.579 ton). I paesi con il maggiore volume di mele in magazzino sono l’Italia (596.108 ton), la Polonia (385.000 ton), la Francia (264.849), la Germania (156.052 ton) e i Paesi Bassi (132.000 ton). La Golden Delicious è in testa con 372.316 ton in Italia e 130.245 ton in Francia. Idared si impone invece in Polonia con 120.000 tonnellate.
Nei Paesi Bassi, la varietà con maggiori quantitativi in stock è Jonagold (compresa Jonagored) con 73.000 tonnellate, mentre in Germania è Jonagored con 43.283 ton.

Per quanto riguarda le pere, lo stock raggiunge le 246.558 tonnellate, registrando le maggiori quantità nei Paesi Bassi (75.000 ton), Italia (72.543 ton), Spagna (58.976 ton) e Belgio (34.230 ton).
In termini di varietà, Conference prevale nei Paesi Bassi, Spagna e Belgio con 75.000, 49.291 e 34.000 tonnellate rispettivamente, mentre i volumi maggiori nei magazzini italiani riguardano l’Abate Fetel con 24.627 tonnellate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche