Complottano per uccidere Joss Stone, condannati COMMENTA  

Complottano per uccidere Joss Stone, condannati COMMENTA  

Volevano derubare e uccidere la cantante inglese Joss Stone e per questo sono stati condannati. Si chiamano Kevine Liverpool e Junior Bradshow, hanno 35 e 32 anni e, dopo aver saputo dai media dell’amicizia che lega la pop star 25enne alla famiglia reale avevano sviluppato un enorme odio nei suoi confronti, tanto da decidere di ucciderla. L’episodio che più ha scatenato le loro ire è stata la partecipazione della Stone al matrimonio di William e Kate, due anni fa. Per questo hanno messo a punto un piano: raggiungere la residenza della cantante, nel Devon e ucciderla, armati di coltelli e una spada da samurai.


Nel corso del viaggio però non hanno avuto fortuna: sono rimasti coinvolti in un incidente e in seguito fermati dalla polizia. Poi, giunti nel Devon, i vicini della cantante li hanno visti aggirarsi con fare furtivo attorno alla casa della Stone e per questo hanno avvisato la polizia.

Da qui l’arresto e le indagini che hanno portato alla luce anche una serie di appunti nei quali i due descrivevano nei dettagli il piano della loro operazione per derubare e poi uccidere Joss Stone per buttarla infine in un fiume.

La prima condanna, ai danni di Liverpool, è arrivata oggi: ergastolo, con l’obbligo di reclusione per almeno 10 anni e 8 mesi. La pena per Bradshaw dovrebbe arrivare nei prossimi giorni e non si discosterà troppo da quella dell’ “amico”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*