Con l’Aci 250 ragazzi delle scuole superiori di Cuneo a lezione di sicurezza stradale COMMENTA  

Con l’Aci 250 ragazzi delle scuole superiori di Cuneo a lezione di sicurezza stradale COMMENTA  

Cuneo – Fa tappa martedì 1° ottobre dalle ore 8.30, presso il Centro Incontri della Provincia di Cuneo, ‘Sara Safe Factor 2013’, il progetto formativo itinerante che ha come obiettivo richiamare l’attenzione dei giovani in età da patente sulla sicurezza stradale. Un tour nelle scuole superiori che tocca tutta la Penisola, per sensibilizzare al rispetto delle regole tanti ragazzi che talvolta si mettono al volante in modo poco consapevole. L’iniziativa, che coinvolgerà 250 studenti delle scuole superiori di Cuneo, vede in prima linea Sara Assicurazioni – compagnia assicuratrice ufficiale dell’Aci – insieme ad Aci Sport e ad Automobile Club Cuneo. Alla cattedra due “professori” d’eccezione: il campione italiano CITE 2009 Valentina Albanese e l’ex pilota di F1 Andrea Montermini.

Leggi anche: 2016 anno dei lutti: da David Bowie a Muhammad Ali

“Avvicinare i ragazzi al mondo dell’automobile e della guida sicura evitando di essere catastrofisti, ma sensibilizzando le nuove generazioni su un tema fondamentale per loro come la sicurezza stradale: sono questi i nostri obiettivi – afferma il direttore dell’Automobile Club di Cuneo, Giuseppe De Masi -. La presenza di un pilota professionista è essenziale per attirare l’attenzione dei ragazzi su questo tema e far capire loro, tramite la voce e l’esperienza di un campione dello sport, quanto sia importante il rispetto delle regole”. “Sono oltre 40.000 i giovani coinvolti fino a oggi nel progetto ‘Sara Safe Factor’ – dichiara Marco Brachini, direttore marketing di Sara Assicurazioni – un numero in costante crescita anche grazie all’utilizzo di Facebook: oggi la pagina dedicata all’iniziativa conta oltre 14.000 likers. Crediamo molto in questo progetto, che portiamo avanti in forme diverse ormai dal 2005”.

Leggi anche: Terremoto Taiwan, scossa di magnitudo 6.4. “Almeno 14 morti. Non c’è pericolo tsunami”

‘Sara Safe Factor’ è un progetto educativo di elevato valore sociale che ha meritato il patrocinio del Dipartimento della Gioventù. Da quest’anno può contare anche sulla sinergia con Ready 2 Go, il network di scuole guida della Federazione Aci che contribuisce a formare una nuova generazione di guidatori consapevoli dei comportamenti da seguire per una guida corretta, attenta ed ecologica. A Cuneo si ritroveranno circa 250 studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori. Protagonista sarà Valentina Albanese, campione italiano CITE 2009 categoria Diesel, che mostrerà ai ragazzi le regole base della guida sicura. Accorgimenti e informazioni che possono salvare la vita: dalla corretta posizione di guida a come si impugna il volante o si regola il poggiatesta, a come si esegue una frenata di emergenza o si controlla una curva malriuscita. Senza dimenticare di portare come esempi storie e aneddoti del mondo delle corse, che spesso valgono più di mille slide.

Interverranno i rappresentanti della Polizia stradale di Cuneo quindi prenderanno la parola il direttore marketing di Sara Assicurazioni, Marco Brachini, il direttore generale di Aci Sport, Marco Rogano e il presidente di Aci Cuneo Brunello Olivero, che illustreranno le finalità del progetto e i più recenti dati Aci Istat sui sinistri in Italia. Il 45% degli incidenti stradali è imputabile a pochi comportamenti sbagliati, quali la guida distratta, l’eccesso di velocità e la mancata precedenza. Migliorando il livello di attenzione si potrebbe arrivare a dimezzare il numero dei sinistri, che purtroppo in Europa sono ancora la prima causa di morte per i giovani tra i 20 e i 24 anni. Il trend però è incoraggiante: è in calo (-2,7%) il numero degli incidenti, così come quello dei morti (-5,6%) e dei feriti (-3,5%) sulle strade.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

esplosione-treno-merci
Esteri

Treno carico di gas deraglia ed esplode, 5 morti e molti feriti

Disastro ferroviario nel nord est della Bulgaria, dove un treno merci carico di propano-butano, è deragliato ed esploso distruggendo almeno una ventina di edifici. Un incidente gravissimo, avvenuto nei pressi del villaggio di Hitrino, che ha provocato la morte di almeno cinque persone anche se il bilancio è ancor aprovvisorio. I medica locali hanno ricostruito la dinamica dell'incidente: il treno sarebbe uscito dai binari e questo avrebbe provocato la violentissima esplosione, che ha a sua volta causato il crollo di diversi edifici. Le persone decedute sarebbero state sepolte dalle macerie e vi sarebbero anche 25 feriti, alcuni dei quali in Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*