Concorsi pubblici per Oss: come funzionano COMMENTA  

Concorsi pubblici per Oss: come funzionano COMMENTA  

operatore oss
operatore oss

Oss è l’acronimo di operatore socio-sanitario ed è una figura professionale nata qualche anno fa. Vediamo quindi come si può diventare e quali sono i concorsi pubblici.


L’OSS è nato a seguito dell’Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2001 con lo scopo di coniugare le precedenti figure Ota e Osa, rispettivamente per il settore sanitario e per il settore sociale.

Chi vuole diventare Oss può seguire due strade, una a pagamento e una gratuita. Per la prima è necessario iscriversi a dei corsi, per la seconda partecipare a dei concorsi pubblici.


Diventare Oss

Chi diventerà operatore dovrà quindi soddisfare i bisogni primari della persona: malati, anziani con problemi socio-sanitari, famiglie o bambini disagiati e molto altro. Inoltre, potrà svolgere tale professione o all’interno di strutture socio-sanitarie, cooperative sociali o a domicilio.

L'articolo prosegue subito dopo


I requisiti per diventare Oss

I requisiti fondamentali sono la maggiore età e il diploma di scuola secondaria di primo grado. Gli stranieri, invece, dovranno possedere anche un’adeguata conoscenza della lingua italiana (livello A2 del Quadro Comune Europeo).

Concorsi pubblici per Oss

Ogni regione periodicamente indice concorsi pubblici per la professione socio-sanitaria. Nei bandi è specificato tutto: data di scadenza per partecipare al concorso, luogo, posti disponibili e molto altro. Una volta letto attentamente il bando, dovrà essere presentata domanda di ammissione rispondendo a tutte le richieste contenute nel bando. Fatto ciò dovrà essere spedita per posta o tramite Pec la  richiesta di ammissione con relativa documentazione.

Le prove

Il concorso prevede delle prove per verificare le competenze di ogni candidato: quiz a risposta multipla, a risposta aperta, test con procedure da riordinare, test con procedure da completare con parole mancanti. Dopo ogni prova concorsuale verrà stilata una graduatoria di merito, valida per l’assegnazione dei posti. La graduatoria finale verrà stilata in base alle classifiche relative alla prova scritta e orale.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*