Concorso alla Banca d’Italia

Lavoro

Concorso alla Banca d’Italia


Scade il 1° marzo 2012 il concorso pubblico indetto dalla Banca d’Italia per l’assunzione di 2 Funzionari di 2ª con competenza in materia di tassazione per le esigenze dell’Amministrazione centrale, Servizio Rapporti Fiscali.
E’ richiesta la laurea specialistica/magistrale, conseguita con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente, in una delle seguenti classi: scienze economico-aziendali (S84 o M77); scienze dell’economia (S64 o M56); scienze economiche per l’ambiente e la cultura (S83 o M76); finanza (S19 o M16); statistica demografica e sociale (S90);
statistica economica, finanziaria ed attuariale (S91); statistica per la ricerca sperimentale (S92); scienze statistiche (M82); scienze statistiche attuariali e finanziarie (M83); metodi per l’analisi valutativa dei sistemi complessi (S48);
ingegneria gestionale (S34 o M31); matematica (S45 o M40); fisica (S20 o M17); giurisprudenza (S22 o MG/01); scienze della politica (S70 o M62); laurea quadriennale, conseguita con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente, in:

economia e commercio; economia e finanza; statistica; matematica; fisica; giurisprudenza; scienze politiche; scienze internazionali e diplomatiche ovvero altra laurea ad essa equiparata o equipollente per legge.

Sara’ altresi’ consentita la partecipazione al concorso ai possessori di titoli di studio conseguiti all’estero o di titoli esteri conseguiti in Italia con votazione corrispondente ad almeno 105/110, riconosciuti equipollenti ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi.

Esperienza professionale, documentabile e successiva alla laurea specialistica/magistrale o di “vecchio ordinamento”, di almeno 2 anni nel campo della tassazione, maturata presso Amministrazioni pubbliche o enti privati operanti nel settore o centri di ricerca pubblici e privati, anche internazionali frequenza con profitto, documentabile e successiva alla laurea, di corsi di dottorato/PhD, per almeno 2 anni, in materia di tassazione, presso Universita’, Istituti accademici o altri enti italiani o esteri.

Gli anni accademici relativi a corsi di dottorato sono considerati utili solo nel caso in cui il candidato possa documentarne il profitto.

Cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell’Unione Europea, secondo le condizioni e i limiti stabiliti dalla legge.

Idoneita’ fisica alle mansioni, da accertarsi tramite enti pubblici o pubbliche istituzioni sanitarie.

Godimento dei diritti politici.

I cittadini di altri Stati membri dell’Unione Europea devono possedere gli ulteriori requisiti che si indicano di seguito.

Godimento dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza.

Adeguata conoscenza della lingua italiana.

Per maggiori informazioni:
http://www.gazzettaufficiale.it/guridb/dispatcher?service=4&datagu=2012-01-31&task=dettaglio&numgu=8&redaz=2E000596&tmstp=1328176015477

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche