Concorso per l’iscrizione nell’albo speciale per il patrocinio davanti alla Corte di cassazione e giurisdizioni superior

Lavoro

Concorso per l’iscrizione nell’albo speciale per il patrocinio davanti alla Corte di cassazione e giurisdizioni superior


Il Ministero della Giustizia ha indetto concorso per l’iscrizione nell’albo speciale per il patrocinio davanti alla Corte di cassazione e giurisdizioni superiori.
Gli avvocati possono partecipare a queste condizioni:
siano iscritti nell’albo degli avvocati e abbiani esercitato la professione per almeno cinque anni dinanzi ai Tribunali ed alle Corti di appello o per almeno un anno qualora gia’ iscritti all’albo degli avvocati al momento dell’entrata in vigore della legge 24 febbraio 1997, n. 27; aver compiuto lodevole e proficua pratica di almeno cinque anni presso lo studio di un avvocato che eserciti abitualmente il patrocinio davanti alla Corte di cassazione. I candidati che alla data di entrata in vigore della legge 24 febbraio 1997, n. 27 erano iscritti all’albo degli avvocati da almeno un anno dovranno aver compiuto lodevole e proficua pratica di un anno, decorrente dalla iscrizione a detto albo, presso lo studio di un avvocato che presti abitualmente il suo patrocinio dinanzi la Corte di cassazione.

Spetta al Direttore Generale della Giustizia deliberare sulle domande di ammissione e formare l’elenco dei candidati ammessi che viene depositato almeno quindici giorni liberi prima dell’inizio delle prove negli uffici della segreteria della Commissione esaminatrice. Le prove dell’esame sono scritte e orali. Le prove scritte sono tre e consistono ciascuna nella compilazione di ricorsi per cassazione rispettivamente in materia civile, penale e amministrativa. La prova in materia amministrativa puo’ anche consistere in un ricorso al Consiglio di Stato o alla Corte dei conti in sede giurisdizionale. Sono ammessi alla prova orale i candidati dichiarati idonei nelle prove scritte. La prova orale consiste nella discussione di un tema avente per oggetto una contestazione giudiziale nella quale il candidato dimostri la propria cultura e l’attitudine al patrocinio dinanzi alle giurisdizioni superiori.
Le prove scritte si terranno in Roma nel luogo che verra’ comunicato a ciascuno dei candidati con raccomandata di questo ufficio, nei seguenti giorni: 18 giugno 2012 – ricorso in materia civile; 20 giugno 2012 – ricorso in materia penale; 22 giugno 2012 – ricorso in materia amministrativa.

2. La prova orale avra’ luogo in Roma presso il Ministero della giustizia nei giorni fissati dal presidente,

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...