Condannato a 12 anni il 24enne che seviziò ragazzino con un compressore

Cronaca

Condannato a 12 anni il 24enne che seviziò ragazzino con un compressore

Lesioni gravi e violenza sessuale: sono questi i capi di imputazione che gravano nei riguardi di Vincenzo Iacolare, il giovane 24enne che il 7 Ottobre scorso seviziò un quattordicenne in un autolavaggio a Pianura (Napoli). Iacolare è stato condannato a 12 anni di carcere, mentre la richiesta del pm De Cristofaro era di 18 anni. Si è chiusa così la vicenda che ha visto come vittima il giovane studente della periferia ovest di Napoli che ha rischiato di morire per le sevizie compiute su di lui utilizzando un compressore. La pistola ad aria compressa gli aveva provocato perforazioni nello stomaco.

Dopo un delicato intervento chirurgico il ragazzo è stato sottoposto ad una lunga degenza presso l’Ospedale “San Paolo” di Napoli. Per fortuna i medici lo hanno dichiarato fuori pericolo concedendogli di tornare a casa. Inizialmente si pensava che a seviziare il ragazzino fossero stati in tre, poi emerse la verità sulla squallida vicenda: il responsabile dell’assurda violenza è stato solo uno, Vincenzo Iacolare (il quale si è sempre discolpato dichiarando di aver agito per “fare uno scherzo”). Alla famiglia del ragazzo seviziato è stato accordato dal Tribunale un risarcimento di 200 mila euro. Anche il Comune di Napoli, parte civile nel processo, è stato risarcito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...