Condizionatori elettrici a parete: opinioni e consumi

Tecnologia

Condizionatori elettrici a parete: opinioni e consumi

Condizionatori elettrici a parete: opinioni e consumi
Condizionatori elettrici a parete: opinioni e consumi

Tra i tanti tipi di condizionatori, abbiamo anche quelli elettrici a parete. Andiamo a scoprirne opinioni e consumi, oltre ai prezzi.

Abbiamo già parlato del condizionatore dual split inverter, ma i condizionatori elettrici a parete sono tra i più cercati sul mercato. L’idea che un condizionatore serva solo a rinfrescare un ambiente caldo è ormai definitivamente tramontata e proprio la tipologia “da parete” sta prendendo la strada di un consumo più modico in cambio di un’attività che in pratica duri quattro stagioni. Oltre alla deumidificazione, infatti, il condizionatore moderno può e deve offrire anche altro. Stiamo parlando, ovviamente di aria calda d’inverno e aria fresca d’estate.

Sinceramente difficile trovare motivi per non consigliarli di base. Basti pensare al funzionamento dei modelli più moderni. Gli impianti migliori in fatto di consumi, ovvero quelli con classe energetica A (al netto dei segni addizionali applicati sulla lettera) e B, hanno tutti la tecnologia inverter. A differenza di quelli on-off, che spingono subito prestazioni e consumi al massimo, per raggiungere la temperatura desiderata, gli inverter invece modulano l’utilizzo di energia e di potenza. Così lo diminuiscono quanto più ci si avvicina al risultato finale della temperatura da ottenere.

Ci può essere però un dubbio. Se la differenza tra la media stagionale esterna della zona in cui vi trovate e la temperatura che volete far raggiungere all’interno della vostra stanza è davvero notevole. In questo caso, almeno per avere il riscaldamento, è sempre meglio scegliere un termosifone. Infatti l’energia che servirebbe al condizionatore per produrre l’aria calda da quella molto fredda esterna (o viceversa) ne porterebbe a sconsigliare l’utilizzo. Quindi il condizionatore è perfetto per mitigare i primi picchi estivi di caldo, o le prime gelate autunnali.

Ci sono poi altri piccoli consigli per ridurre i consumi. Ad esempio non mettere il condizionatore in un posto dove sarebbe costantemente colpito dal sole; così si ridurrà di un terzo il suo lavoro.

Se avete intenzione di comprare un condizionatore in vista dell’estate, vi consigliamo questo prodotto della Purline, azienda specializzata nella produzione di caminetti elettrici e climatizzatori. Approfittatene!

1 Commento su Condizionatori elettrici a parete: opinioni e consumi

  1. Interessante articolo, grazie.
    Penso che per ridurre i consumi, la cosa più importante sia affidarsi a un condizionatore di qualità: l’efficienza di un condizionatore si capisce in base alla sua etichetta energetica, più è elevata la classe più efficiente e valido il prodotto.
    Se si fanno male i conti, il rischio è quello di trovarsi con un condizionatore che consuma troppo! La differenza tra un prodotto cinese e marche come Toshiba, Mitsubishi, Daikin c’è e nel tempo si nota, secondo me meglio spendere qualcosa di più per assicurarsi un sistema valido!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...
Modestino Picariello 656 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+