Confartigianato Cuneo e Istituto Garelli insieme per far crescere gli artigiani di domani COMMENTA  

Confartigianato Cuneo e Istituto Garelli insieme per far crescere gli artigiani di domani COMMENTA  

Cuneo – Reciproco aiuto, condivisione delle esperienze e sviluppo di azioni che valorizzino la professionalità e la qualità del servizio che le nuove leve di artigiani saranno, sempre più, chiamate ad assolvere sul mercato del lavoro.

Queste le motivazioni che hanno portato all’avvio della progettualità, attivata ormai dallo scorso ottobre, tra la Zona di Mondovì di Confartigianato Cuneo e l’Istituto Professionale “F. Garelli”.

«In particolare – commenta Roberto Ganzinelli, presidente zonale, nonché vice presidente provinciale, di Confartigianato – in questa iniziativa abbiamo coinvolto la sezione elettrica della scuola. I docenti dell’IPSIA si sono fatti parte attiva partecipando ad alcune riunioni tecniche degli elettricisti della zona e insieme hanno discusso in merito al coinvolgimento degli studenti nella realizzazione del Prezziario delle opere edili ed impiantistiche della provincia di Cuneo per quanto concerne la progettazione e la realizzazione delle opere elettriche».

«Questa prima sessione di collaborazione – prosegue Ganzinelli – ha dato ottimi risultati. Si è lavorato alla stesura di un capitolato per la ristrutturazione di un appartamento e alcuni alunni della seconda e terza classe hanno lavorato, sotto la guida dei docenti, al computo delle opere elettriche. I lavori sono stati messi a confronto e discussi, risultando perfettamente in linea con quelli normalmente proposti delle imprese».

L'articolo prosegue subito dopo

«La definizione del prezziario proseguirà anche quest’autunno – aggiungono i rappresentanti zonali di categoria degli elettricisti Ettore Basso e Fernando Morena – con un sempre maggiore coinvolgimento degli studenti, che avranno così l’opportunità di avvicinarsi alla realtà delle imprese artigiane, anche sotto un aspetto a cui, normalmente, le scuole dedicano una minore attenzione, ma che si palesa fondamentale per la gestione di una sana impresa artigiana».
La sinergia che si è generata tra l’Associazione e l’Istituto scolastico, peraltro, ha anche permesso agli studenti di ottenere un buon piazzamento al progetto “Gewiss Professional – Concorso Scuole 2012”, nell’ambito del quale la classe quarta “Tecnico Industrie Elettriche” si è classificata al terzo posto a livello nazionale e prima assoluta tra le classi degli Istituti Professionali.
«I ragazzi – spiegano Morena e Basso – hanno lavorato alla progettazione di un impianto elettrico dalle elevate prestazioni tecnologiche, tenendo conto delle normative di riferimento e pianificando un bilancio energetico ottimale. Segno che la vicinanza al mondo artigiano “reale” ha giovato alla scuola e, come già in passato, ha prodotto buoni frutti».
«Siamo estremamente soddisfatti – conclude Domenico Massimino, presidente provinciale di Confartigianato Imprese Cuneo – per l’ottimo esempio di collaborazione tra mondo imprenditoriale e mondo della formazione che si è venuto a creare, grazie al particolare impegno dei dirigenti della Zona di Mondovì. Auspichiamo di poter replicare anche in futuro iniziative simili per permettere ai ragazzi di fare esperienze concrete e prepararli ad affrontare il loro futuro di lavoratori e, magari, di futuri imprenditori».

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*