Confessa l’uccisione della figlia di appena due mesi COMMENTA  

Confessa l’uccisione della figlia di appena due mesi COMMENTA  

Scotland Yard ha arrestato una donna di Chioggia (Venezia), Federica Boscolo Gnolo di 31 anni, con una pesantissima accusa: quella di aver ucciso la figlioletta Farah di soli due mesi. La mamma si trovava in Inghilterra e alloggiava in un albergo londinese. Gli investigatori inglesi hanno lanciato un appello per ritrovare una valigia blu a pois bianchi nella quale la donna potrebbe aver nascosto il corpicino della piccola per poi abbandonarla in un bidone di spazzatura o in un vicolo. Federica aveva partorito la figlia lo scorso 22 Novembre a Chioggia, poi era ritornata a Londra.


La bimba non era stata riconosciuta dall’uomo con la quale era stata concepita, un anglo-egiziano che infatti si era dileguato appena cominciata la gravidanza.

Nel corso del dibattimento Federica Boscolo ha ammesso sia l’uccisione che l’occultamento del cadavere della bimba. La sentenza è molto vicina: anche se la difesa punterà ad ottenere le attenuanti della solitudine e della depressione post-partum è molto probabile che la donna verrà condannata all’ergastolo oppure ad una pesante pena detentiva.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*