Confondi i giorni della settimana? Ecco perché

Style

Confondi i giorni della settimana? Ecco perché

Oggi che giorno è? Martedì. Accidenti, pensavo fosse mercoledì. Quante volte è successo anche a noi di confondere i giorni della settimana? Pare che una cosa del genere succeda ad una persona su tre. Essendo un comportamento così frequente, gli psicologi si sono interrogati sulle motivazioni. Tra i giorni più distinguibili in base ad altri gli studiosi hanno individuato il lunedì e il venerdì. Lo studio su tale curioso argomento è stato pubblicato sulla rivista scientifica “Plos ONE”.

I ricercatori hanno chiesto ai volontari che si sono sottoposti allo studio di associare alcune parole ai singoli giorni della settimana.

Ne è emerso che al lunedì è associata più frequentemente l’aggettivo “noioso” e “stanco”, mentre quando si pensa al venerdì viene più facile associare le parole “partire” e “libertà”. Martedì, mercoledì e giovedì sono invece i giorni che si confondono più spesso con gli altri (ben 1/3 dei partecipanti al sondaggio li ha confusi).

La domanda “che giorno della settimana è oggi?” è direttamente legata al modo in cui la rappresenta ognuno di noi fin dalla nascita.

Ogni giorno della settimana acquisisce un carattere diverso, che può essere più o meno distinguibile e che cambia anche in base alla transizione tra i giorni dedicati al lavoro ed il week end.

Succede, ad esempio, che se all’interno della settimana vi è un giorno festivo, capita di avere la sensazione di andare un giorno indietro nel ciclo dei sette giorni.

1 Trackback & Pingback

  1. Confondi i giorni della settimana? Ecco perché | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

temporale, frontale, occipitale, parietale, insula
Sesso & Coppia

Quali sono le funzioni dei lobi temporali?

26 settembre 2017 di Notizie

Nell’articolo viene descritta in modo semplice la divisione dell’organo cerebrale nelle varie strutture che lo compongono. Soffermandosi sui lobi temporali, vengono passate in rassegna le funzioni delle strutture corrispondenti, le condizioni mediche possibili riguardanti problematiche dei lobi temporali e l’importanza di considerare coordinate le funzioni degli altri lobi in cui è suddiviso il cervello umano.