Come congelare i carciofi crudi

Cucina

Come congelare i carciofi crudi

Carciofi
Carciofi

Come congelare i carciofi crudi? Procedimento corretto, benefici, valori nutritivi e controindicazioni dell'ortaggio.

I carciofi sono uno dei più prelibati cibi che la primavera ci può offrire. Bolliti, alla brace, in pastella, o con la pasta, sono ottimi in ogni tipo di ricetta. Purtroppo per noi, se vogliamo averli a disposizione tutto l’anno, evitando supermercati, bisogna congelarli, ma non è semplice come sembra. I Carciofi sono una verdura estremamente delicata e quindi, anche per essere congelati, hanno bisogno di precisi accorgimenti e una precisa procedura. In questa guida è possibile trovare il procedimento completo per congelare i carciofi crudi.

Accorgimenti per congelare i carciofi crudi

Come abbiamo detto, i carciofi sono estremamente delicati. Quindi, se è vero che possono essere congelati crudi, non possono esserlo completamente. Se i carciofi venissero congelati crudi, poi, una volta scongelati del tutto, diventerebbero molli. Non solo, una volta tirati fuori dal freezer si annerirebbero completamente.

Quindi, il metodo migliore per congelare e conservare i carciofi (e soprattutto per preservare le loro proprietà) sarebbe quello di far precedere al congelamento alcuni accorgimenti.

Il procedimento corretto per congelare i carciofi è il seguente:

  1. Anzitutto bisogna togliete tutte le foglie esterne del carciofo, anche quelle più dure, e della punta, in seguito le foglie vanno leggermente aperte. Mettere da parte solo le parti più tenere.
  2. Successivamente i carciofi devono essere messi in ammollo in una soluzione di acqua e limone: il procedimento impedirà che i carciofi anneriscano.
  3. Una volta che i carciofi crudi sono rimasti a bagno per 30 minuti circa, in modo da ammorbidirsi, bisogna farli scottare in acqua bollente al massimo per 2 minuti.
  4. Dopo averli fatti sbollentare, bisogna toglierli subito dall’acqua e far asciugare e raffreddare i carciofi a testa ingiù.
  5. Infine, bisogna prenderli e metterli a congelare singolarmente, uno a uno, in modo da non farli diventare un unico pezzo di ghiaccio.

Valori Nutrizionali dei Carciofi

Il Carciofi possiedono appena 47 calorie per 100 grammi, dei quali solo lo 0,2% sono grassi e l’1% sono zuccheri, ma sono, allo stesso tempo, ortaggi molto gustosi.

Contengono molta acqua, un’elevata quantità di proteine e molti tipi di vitamine (A, B6, B12, C, D). Inoltre il carciofo contiene anche un’elevata quantità di Sali Minerali (Potassio, Sodio, Calcio, Ferro, e Magnesio)

Benefici e proprietà

I Carciofi, oltre che gustosi, sono dotati di proprietà in grado di regolare l’appetito e possiedono un effetto diuretico. Sono consigliati per risolvere molti problemi: colesterolo, diabete, ipertensione, sovrappeso e cellulite. Possiedono anche capacità di tonificare e disintossicante, perchè hanno l’abilità di stimolare il fegato. Vengono inoltre utilizzati per calmare la tosse, contribuire alla purificazione del sangue, rafforzare il cuore e contribuire a risolvere problemi con i calcoli.

Per ottenere veri benefici, specialmente con il colesterolo, occorrerebbe consumare circa 300 gr. di carciofi al giorno per un periodo di tempo abbastanza lungo. L’effetto epatoprottettivo e antitossico si evidenzia maggiormente su diverse sostanze tossiche, in special modo con l’alcol, che l’ortaggio aiuta a smaltire grazie alla sua funzione diuretica.

Gli scienziati hanno anche riscontrato proprietà in grado di rigenerare il parènchima epatico, oltre alla capacità straordinaria di migliorare la funzione secretiva e motoria del tubo digerente.

Un’altra capacità particolarmente apprezzata del carciofo è che ha un effetto depurativo soprattutto per quanto riguarda la pelle, quindi è molto utile per i problemi di pelle molto grassa, per i problemi di acne, sia forte che blanda, e per i foruncoli e i punti neri di ogni genere.

Controindicazioni

Nonostante sia un ortaggio dalle molte proprietà, il carciofo possiede anche delle controindicazioni. Importantissimo è il fatto che non può essere consumato dalle mamme in fase di allattamento. Il carciofo riduce la produzione di latte, e quindi assumerli mentre si allatta un neonato sarebbe controproducente.

Consumare carciofi aiuta il benessere del nostro organismo, ma sarebbe ancora meglio non cuocerli Consumarli crudi, con un po’ di limone per attutire il gusto amaro, permetterebbe di sfruttare al massimo tutti i principi nutritivi e le sostanze in esso contenuti.

In questo caso, il problema sta nello scegliere con accortezza, comprare solo prodotti freschi. Un aiuto, per capire la freschezza di un carciofo, è studiarne il gambo, che, con la pressione di un dito, deve spezzarsi, ma non piegarsi.

In cucina

Molte sono le proprietà dei carciofi e molti sono i modi per presentarli sul tavolo. Ecco le cento ricette per cucinare al meglio un ortaggio ricco di antiossidanti e sfruttarne i benefici nutrizionali che offre. Un libro tascabile e pratico di Emilia Valli, specializzata in gastronomia, che insieme ad altre raccolte mostra le diverse combinazioni dettagliate di ricette per piatti innovativi.

Per gli interessati alle origini del carciofo e alla storia di come si è affermato nella cucina italiana, è disponibile un volume ricco di aneddoti e consigli su come preparare al meglio questo ortaggio e realizzare antipasti, primi e contorni ideali per ogni occasione.

“Come un carciofo. 50 ricette con il principe degli ortaggi” si distingue dagli altri ricettari per il fatto di essere una raccolta di ricette di numerosi autori provenienti da diverse regioni e di testimonianze di anziane signore, grazie alla loro esperienza della tradizione culinaria italiana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

robot cucina
Cucina

I migliori robot da cucina

21 settembre 2017 di Notizie

I robot da cucina sono uno strumento diventato essenziale per migliaia di donne e uomini. Ecco i modelli migliori da acquistare.