Congelato per 24 ore dopo un arresto cardiaco, è salvo

Cronaca

Congelato per 24 ore dopo un arresto cardiaco, è salvo

Un giovane bolognese di ventisette anni viene colpito una settimana fa da un attacco cardiaco improvviso mentre sta sostenendo un esame. Per fortuna una persona presente nell’aula universitaria riesce a salvarlo (una prima volta) praticandogli un massaggio cardiaco. Arriva il personale del 118, che dopo aver applicato al giovane un defibrillatore, lo hanno letteralmente “congelato” per un giorno intero. Questa innovativa tecnica proveniente dall’Austria consiste in un kit di raffreddamento a placche che, attraverso l’ipotermia, rallenta l’attività cerebrale del paziente evitando conseguenze e danni gravi.

Per adesso il metodo viene utilizzato soltanto dall’Ospedale Maggiore di Bologna. Il caso dello studente bolognese è il primo in Italia: ora il ragazzo è salvo. Ricoverato presso il reparto di Cardiologia, appena si è svegliato ha detto di non ricordare nulla del triste episodio che gli è capitato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...