Connessione wifi anche in campagna sfruttando le pecore

Connessione wifi anche in campagna sfruttando le pecore

PERDE LAVORO, COMUNITA' MONTANA DA' GREGGE A PASTORE

Dalle telecomunicazioni alla rivoluzione tecnologica con le reti internet i telefoni cellulari e i gps si è sempre data la precedenza alle grandi città, poi alle cittadine e ai paesi, la campagna è sempre stata l’ultima a poterne usufruire, addirittura ci sono zone rurali in Italia che non hanno connessione o hanno una connessione con navigazione molto lenta. Lo stesso problema si riscontra nel Regno Unito dove uno scienziato della Lancaster University, ha studiato un’alternativa….ecologica: le pecore. Secondo il professor Gordon Blair degli speciali collari digitali applicati agli animali potrebbero dare la possibilità di ampliare la copertura di rete in zone non raggiungibili da altri tipi di connessione, trasformandoli in hot spot WiFi, oltre a servire per monitorare gli spostamenti delle greggi. Lo stesso studio prevede anche di posizionare sensori per rilevare le precipitazioni e la loro influenza sui fiumi in modo da prevedere eventuali alluvioni, sempre grazie alla connessione WiFi.

Il Daily Mail, quotidiano britannico, fa notare che l’utilizzo delle pecore come sensori non è una novità, durante il passaggio del Tour de France attraverso le contee inglesi, alle pecore erano state applicate delle microtelecamere per filmare i ciclisti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche