Conor Mcgregor: età, vita privata e curiosità del campione irlandese
Conor Mcgregor: età, vita privata e curiosità
Sport

Conor Mcgregor: età, vita privata e curiosità

Conor Mcgregor

Conor Mcgregor non è solo un grandissimo campione di arti marziali miste, ma un vero istrione, unico nel suo genere.

Una vita vissuta all’inseguimento di un sogno

Mcgregor è nato a Dublino il 14 luglio del 1988, figlio di un ex pugile, Tony, ha sempre sognato fin da piccolo di ripercorrere ma con maggiore successo la vita da combattente del padre, il quale non essendo riuscito a sfondare nel pugilato è diventato poi un tassista.

Dopo aver intrapreso da piccolo una breve parentesi da calciatore, Conor decide di studiare svariati tipi di arti marziali; dal karate alla boxe, dal kickboxing al grappling, inizialmente per difendersi dai bulli, ma il suo scopo era un altro diventare un campione delle arti marziali miste.

Appena diciottenne decise di abbandonare il lavoro di idraulico e vivere con il sussidio concesso dallo Stato irlandese per perfezionare le sue tecniche, che in poco tempo lo hanno portato alla ribalta del mondo intero.

Una carriera ricca di successi

I primi grandi successi Conor Mcgregor li ha conseguiti in Gran Bretagna, diventando campione sia dei pesi piuma che dei pesi leggeri nella promotion britannica Cage Warriors e così facendo ha attirato le attenzioni della più famosa UFC statunitense, dove è l’attuale campione dei pesi leggeri.

Nel 2016 è entrato nella storia, perchè dopo aver sconfitto Eddie Alvarez è diventato il primo atleta appartenente alla UFC a detenere contemporaneamente due titoli di diverse categorie, quello dei pesi leggeri e quello dei pesi piuma.

Mcgregor

La sfida al campione Floyd Mayweather

Forse preso da un delirio di onnipotenza o più probabilmente per la ricchissima cifra offertagli (100 milioni di dollari), Conor Mcgregor ha sfidato apertamente il campione di pugilato Floyd Mayweather, che dopo una lunghissima propaganda si è svolto lo scorso 26 agosto alla T-Mobile Arena di Paradise, nel Nevada.

Mcgregor viene sconfitto alla 10° ripresa per K.O.

tecnico ma senza sfigurare, anche perchè svantaggiato dal non poter usare molte delle tecniche che fanno parte del suo repertorio di atleta di arti marziali miste.

Le sue stravaganze

Mcgregor non passerà mai inosservato, perchè troppe sono le stravaganze che appartengono a questo lottatore, come i tatuaggi che porta sull’addome, nei quali ci sono scritti a caratteri cubitali il suo nome ed anche il suo soprannome “The Notorious” divisi da un viso di una tigre. Un altro tatuaggio è dipinto sul suo polpaccio, ma lo stesso atleta ha detto di non conoscere il significato di quella scritta in arabo, perchè si era tatuato quando era ubriaco, mentre sul petto ha raffigurato un gorilla con il cuore in bocca, simbolo della sua prima palestra.

Non solo tatuaggi ma anche tante altre stravaganze fanno di Conor Mcgegor un personaggio unico nel suo genere. Appassionato di auto lussuoso, di scarpe che definire stravaganti è un eufemismo; colleziona camicie eccentriche e occhiali da sole.

E’ da sempre un forte sostenitore dei matrimoni tra omosessuali.

Da poco è diventato padre di un maschietto e questa è stata la sua ultima “follia”, ha aperto un profilo Instagram al piccolo figlio, avuto dalla storica fidanzata Dee, con la quale divide la sua vita dal 2008. Il piccolo nato il 5 maggio 2017, si chiama Conor Jack Jr.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Patrizio Annunziata 947 Articoli
Vivere di calcio e sport con passione cercando sempre di essere imparziale e raccontare solo e senza mezzi termini la pura realtà dei fatti per rendere un servizio degno ai lettori.